Fare impresa con "Impresagevole", il nuovo servizio di Confartigianato Arezzo

. Inserito in Economia

È nata oggi “Impresagevole”, il nuovo strumento ideato da Confartigianato Arezzo per favorire la nascita di nuove imprese e per facilitare il passaggio di quelle già esistenti a nuovi imprenditori.

Questo nuovo progetto, dedicato al settore delle Pm, è stato presentato stamattina in una conferenza stampa tenuta presso la sede di Confartigianato in via Tiziano.

Con l'istituzione di questo nuovo servizio- ha spiegato in apertura Alessandra Papini, Segretario generale di Confartigianato Arezzo - la nostra associazione vuole rafforzare ulteriormente ed integrare la sua offerta rivolta ai nuovi imprenditori, il tutto alla vigilia di importanti provvedimenti governativi, come ad esempio lo sblocco dei licenziamenti, che metteranno in discussione le normali dinamiche cui eravamo abituati e che ci porteranno nuove decisive sfide che vogliamo ancora una volta vincere insieme ai nostri artigiani”.

Alla conferenza stampa hanno preso parte - oltre ad Alessandra Papini - Fabrizio Piervenanzi, vice presidente della Consulta provinciale delle Categorie di Confartigianato Arezzo, autore e curatore del progetto,Adriana Guiducci, coordinatrice dello sportello Punto Impresa e Stefano Peruzzi, responsabile Area Credito, agevolazioni e finanza agevolata.

Fabrizio Piervenanzi ha così illustrato il progetto:“Siamo alla vigilia, anche sui nostri territori, di una scadenza molto importante per numerose famiglie, quella dello sblocco dei licenziamenti, che metterà molti lavoratori di fronte a un bivio: cercare un'altra occupazione oppure organizzarsi in una forma di impresa che li trasformi in datori di lavoro di sé stessi”.
Quindi, secondo il rappresentante artigiano, alcuni potrebbero“investire a questo scopo la propria liquidazione, integrandola con altre forme di finanziamento, per creare la nuova attività o acquisirne una già attiva e consolidata. Daogginoi siamo pronti a sostenere tutto questo con l’affiancamento dei professionisti di Confartigianato, in grado di seguire i nuovi imprenditori prima, durante e dopo la creazione o l’acquisizione dell’impresa”.

Ovviamente- approfondisce Piervenanzi - i destinatari di questi servizi sono giovani e meno giovani, donne e uomini e per questo motivo l’affiancamento di Confartigianato sarà personalizzato e ‘su misura’ a seconda dei casi, in modo da poter utilizzare ogni forma di agevolazione, in particolare creditizia, ma non solo, prevista dai provvedimenti di legge in vigore”.

“Impresagevole- ha poi affermato nelle conclusioni Alessandra Papini -è da oggi strumento ufficiale operativo.Abbiamo richiesto anche il patrocinio della Camera di Commercio di Arezzo e Siena ottenendo anche il riconoscimento, il rispetto e l’attenzione da parte del mondo del credito, già contattato, con istituti bancari che ci hanno già dato la loro disponibilità a creare dei plafond mirati e concordati attraverso i quali finanziare le nuove imprese”.

Quindi– ha chiuso il segretario generale - come detto, a donne e uomini, giovani e non, che stanno pensando di mettersi in proprio, offriamo il nostro qualificato servizio di affiancamento e tutte le soluzioni alle tante e non semplici problematiche che una nuova attività deve affrontare”.

Tags: Confartigianato Arezzo impresagevole