Confindustria Toscana Sud (Arezzo, Siena, Grosseto) e Livorno Massa Carrara al lavoro per l'integrazione

. Inserito in Economia

Il sistema confindustriale toscano, o almeno una parte di esso, si muove verso un progressivo consolidamento. Confindustria Toscana Sud (Arezzo, Siena, Grosseto) e Confindustria Livorno Massa Carrara, in particolare, stanno lavorando a un'integrazione 

Secondo l'iter pianificato e condiviso negli ultimi giorni, dovrebbe concludersi a inizio estate 2019.

Un progetto a cui guarda con interesse anche Confindustria Firenze. Per le due associazioni industriali, la Toscana Sud presieduta da Paolo Campinoti e guidata dal direttore Antonio Capone (mille associati), e Livorno Massa Carrara presieduta da Alberto Ricci e guidata dal direttore Umberto Paoletti (380 associati), si tratterrebbe del secondo passaggio aggregativo, dopo gli accorpamenti provinciali realizzati negli anni scorsi.

Per Firenze, si tratterebbe della "prima volta", ma la maggiore associazione di industriali della Toscana (1.400 associati) aveva già espresso in passato la volontà di lavorare per raggiungere l'obiettivo di una sola Confindustria regionale e adesso, con la presidenza di Luigi Salvadori e con Leonardo Bandinelli alla direzione, sembrano esserci le condizioni per fare un passo concreto in quella direzione.

Una fetta importante dell'industria toscana, che comprende Arezzo, Siena, Grosseto, Livorno e Massa Carrara, si prepara dunque a parlare con una voce unica.

Tags: Confindustria Toscana Sud