"Diario di una crisi", Franci: "Quella che stiamo vivendo è diversa da tutte le altre" Ar24Tv

. Inserito in Economia

"Diario di una crisi" è il titolo del libro scritto da Jacopo Franci, vicesindaco di Foiano della Chiana, occasione per alcuni interessanti spunti di approfondimento sull'attuale situazione: "Nasce da una ricerca personale, mette a confronto le crisi che si sono succedute nella storia"

Come dice lo stesso autore il lavoro «era figlio di uno sfizio personale». Dettato da un personale interesse per l'economia.

La sua passione, messa su carta, ha convinto Bertoni Editore a pubblicare il testo.

«Ci sarebbe piaciuto presentare il libro in alcune occasioni tra primavera ed estate, ma ovviamente è stato tutto annullato. Lo faremo pertanto appena possibile, senza fretta, e sarà un’occasione per aggiungere alla discussione anche le prime analisi di questa nuova crisi economica, magari con qualche ospite che ci aiuti ad approfondire maggiormente le sorti dell'economia globale» queste le parole di Franci, pubblicate sulla sua pagina Facebook. 

Arezzo24 ha chiesto all’autore di raccontare qualcosa di più sull’opera.

 

Jacopo Franci: «Questo libro è nato un po’ per caso. Non sarò mai uno scrittore, sia chiaro. Avevo una storia da raccontare, iniziata ormai quasi 10 anni fa, quando stavo finendo l'università di economia e commercio a Siena.

Da lì cominciò a venire fuori una bomba che stava per scoppiare. Era quella della grande recessione statunitense. Nonostante non si parli di 100 anni fa ma solo di 10, la comunicazione era ancora un po’ lenta. Facebook lo si usava meno, Twitter non serviva per girare le notizie in tempo reale. Ancora si usava molto i giornali, le notizie magari arrivavano il giorno dopo. Così abbiamo cominciato un po' noi studenti, insieme ai professori, a parlare di questa cosa. Abbiamo fatto delle ricerche poi, ovviamente, una volta conclusa l’università ci siamo salutati e tutto sembrava finito.

In seguito è venuta fuori questa grande recessione che ha continuato con la crisi dell’euro e tutto quello che sappiamo. Un paio di anni fa ho deciso di mettere insieme piccoli trafiletti di giornale che avevamo raccolto, qualche mio appunto e ho iniziato a scrivere, a mettere in fila le cose.

Alla fine da tutto ciò è nato un libro. Doveva essere solo una ricerca personale poi, degli amici, come sempre accade, mi hanno detto di provare a pubblicarlo. La casa editrice Bertoni di Perugia ha accettato e così è nato questo libro».

Giulia: Nel finale lei si augura che questo libro possa essere un monito per far sì che la storia economica e politica cambino rotta.

Jacopo Franci: «Nel libro si parla della grande recessione del 2008 ma anche di tutte le grandi crisi che ci sono state nella storia. Proprio dalle prime fino all’ultima, anzi, ora penultima. Lavorando al testo ho scoperto che, anche se nascono da fattori diversi, l'andamento delle crisi più o meno è sempre il solito. Nel finale dell'opera, infatti, scrivo che questo libro, così come tanti altri che parlano di crisi economiche, deve servire come monito per non fare gli stessi errori.

Questa nuova crisi che è arrivata ha un’origine diversa. Parte da una da una crisi sanitaria, quindi è ancora diversa da quella del 2008, da quella del ’29, da quella del ’70. I fattori della crisi sono spesso diversi, come in questo caso. Non c’è un metodo di confronto. Poi però l'andamento della crisi più o meno rimane sempre uguale.

Anche la grande liquidità che viene data ora dai dagli Stati, che viene chiesta all’Unione europea, con tutti questi nomi strani che vengono dati, è sempre un metodo che ritorna. Perché l'unico modo è iniettare liquidità nel mercato. Anche questo filone sta prendendo la strada presa nel 2008, di cui per l'appunto scrivo.

Gli strumenti sono nuovi e l'economia, così come la finanza, si sono modernizzate. La stessa crisi è più facile che avvenga, ma è anche più "facile" trovare una soluzione».

La presentazione si terrà giovedì 9 luglio alle ore 21 in piazza Nencetti a Foiano della Chiana, ospite dell’evento il Dott. Giuseppe Salvini Segretario generale della Camera di Commercio di Firenze.

Tags: Foiano della Chiana Economia diario di una crisi Jacopo Franci

Giulia Senesi

Giulia Senesi

Laureata in Filologia, Letteratura e Storia dell’antichità. Sono una grande amante di viaggi e cinema; parlo inglese, spagnolo e un po’ di tedesco. Credo che la scrittura abbia un effetto catartico.