Banca sfrattata a Castelnuovo dei Sabbioni, dal comune di Cavriglia soluzioni per scongiurare la chiusura

. Inserito in Economia

Soluzioni concrete per scongiurare la chiusura della sede della Banca MPS a Castelnuovo dei Sabbioni. Sindaco e Giunta comunale di Cavriglia hanno incontrato alcuni dirigenti provinciali dell'istituto di credito, per discutere del futuro della filiale che a partire dai primi di settembre ha annunciato la chiusura

La Banca qualche giorno fa aveva infatti comunicato ai cittadini che dal prossimo 3 settembre lo storico sportello di Castelnuovo dei Sabbioni avrebbe chiuso, affiggendo un semplice cartello alla porta senza fornire precise indicazioni.

L'amministrazione comunale, venuta al corrente della notizia, sollecitata anche dai cittadini preoccupati per le sorti dello sportello, pur non avendo competenza alcuna in materia ma da sempre attenta e sensibile alle necessità primarie dei cittadini,ha così immediatamente convocato alcuni dirigenti dell'istituto di credito per capire le ragioni di questa improvvisa e imprevista novità.

Nel corso dell'incontro è emerso che la banca ha ricevuto da parte della proprietà lo sfratto dei locali nei quali svolge l'attività in paese da tempo ed ha stabilito di collocare temporaneamente, in attesa di soluzioni, lo sportello di Castelnuovo presso la sede di Cavriglia, ove comunque manterrebbe la propria identità.

L'amministrazione, fermamente contraria a questa ipotesi, ha così proposto alla Banca di trasferire fin da subito la sede presso i locali di proprietà comunale di Via Giovanni XXIII, in modo da evitare il trasferimento temporaneo a Cavriglia. La banca ha preso atto della proposta ed ha dato appuntamento al sindaco ed alla giunta il prossimo 27 agosto per un incontro con il Capo Area Monte dei Paschi presso la sede centrale di Firenze.

Tags: Cavriglia Mps Castelnuovo dei Sabbioni