Arezzo, fermato al casello con la cocaina nascosta nei jeans. A casa aveva 6 chili di marijuana: arrestato

. Inserito in Cronaca

Nel tardo pomeriggio di sabato, nel contesto dei servizi svolti nell’intera provincia con pattuglie in divisa ed in borghese, con particolare attenzione alle arterie viarie principali, volti al contrasto specifico dei reati predatori ed in materia di stupefacenti, all’uscita del casello autostradale A1 di Monte San Savino, i militari del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale, con la collaborazione di personale della Compagnia Carabinieri di Cortona, nel piazzale antistante il varco procedevano al controllo di un’utilitaria, alla cui guida veniva identificato un uomo di nazionalità dominicana di circa 30 anni.

Il soggetto appariva sin da subito in evidente stato di agitazione ed alla domanda se detenesse sulla sua persona ovvero all’interno dell’abitacolo dell’autovettura qualcosa di illecito, rispondeva negativamente. Le pattuglie decidevano comunque di effettuare una verifica più approfondita e nel momento in cui veniva reso edotto che a breve sarebbe stato sottoposto a perquisizione personale, il predetto dichiarava di occultare nella parte interna del jeans una modica quantità di cocaina, che consegnava agli operanti. Subito dopo era ispezionata in maniera minuziosa anche l’autovettura, al cui interno veniva sequestrato un coltello a serramanico.

Vista la situazione ed il comportamento del fermato, si procedeva a far intervenire un’unità cinofila dell’Arma, prontamente intervenuta da Firenze.

L’attività di polizia giudiziaria si spostava quindi nella città di Arezzo, presso un’abitazione di connazionali dove l’uomo domiciliava, qui si interveniva anche avuta la presenza di personale della polizia locale, al fine di ben individuare i residenti dell’appartamento da controllare.

All’interno dell’abitazione nulla di illecito veniva ritrovato, mentre in un garage nella disponibilità del fermato il cane antidroga, immediatamente, individuava uno scatolone di cartone sigillato con nastro adesivo, che più volte l’animale azzannava energicamente, segnalando così la presenza di droga; al suo interno tre sacchi di marijuana, per un peso totale di quasi 6 chilogrammi di sostanza illecita.

Durante le operazioni è stato perquisito anche un altro condomino, di nazionalità italiana, che è stato segnalato in via amministrativa in quanto trovato in possesso di una piccola quantità di cocaina e hashish. Alla luce di quanto descritto il dominicano è stato condotto in carcere a Firenze in attesa di comparire di fronte al Tribunale di Arezzo per il reato di detenzione ai fini di spaccio.

Tags: Spaccio Carabinieri di Arezzo