Firenze, busta con minacce a Giani e giornalisti e una cartuccia recapitata alla sede Rai

. Inserito in Cronaca

Una busta con una cartuccia di fucile è stata recapitata questa mattina alla sede regionale della Rai a Firenze. Nella busta c'era anche un foglio con minacce ai giornalisti e al presidente della Regione Toscana Eugenio Giani.

"O vi date una calmata - così è stato scritto -, giornalisti e Giani, o il piombo vi zittirà per sempre". Indagini sono in corso da parte della Digos, intervenuta stamani negli uffici della Rai. 

La nota della Rai

"Questa mattina, alla sede Rai di Firenze, è stata recapitata una busta anonima, contenente una cartuccia accompagnata da un biglietto di minacce rivolte ai giornalisti e al presidente della Regione Toscana, Eugenio Giani. Appena scoperto il contenuto della busta - informa una nota di viale Mazzini -, l'azienda ha immediatamente preso contatti con il questore del capoluogo toscano, Filippo Santarelli, che ha coinvolto in dirigente della Digos, Domenico Messina. La stessa Digos, insieme alla Polizia Scientifica, ha provveduto a effettuare presso la sede di Firenze tutti i rilievi per individuare possibili tracce e ricostruire tempi e modalità di invio".

Le reazioni

CdR della Tgr Rai, esecutivo Usigrai, Associazione Stampa Toscana e Ordine dei Giornalisti della Toscana

"Una minaccia grave che rappresenta un salto di qualità inquietante nel clima di queste settimane contro i giornalisti e l'informazione. Chiediamo alle autorità massima vigilanza, e di individuare quanto prima i responsabili", dichiarano in una nota congiunta il comitato di redazione della Tgr Rai Toscana, il coordinamento dei CdR della Tgr Rai, l'esecutivo Usigrai, l'Associazione Stampa Toscana e l'Ordine dei Giornalisti della Toscana. "La redazione della Tgr Rai Toscana continuerà a svolgere il proprio lavoro senza farsi intimidire, con professionalità e attenzione, nel rispetto delle opinioni di tutti ma raccontando i fatti senza censure", conclude il comunicato congiunto.

Dalida Angelini, segretaria generale Cgil Toscana.

"Esprimiamo vicinanza ai destinatari della lettera, siamo di fronte a un atto grave e inaccettabile. Ci stringiamo attorno a due pilastri della democrazia, la libera stampa e le istituzioni: il clima nel nostro Paese si sta surriscaldando, si sta passando il limite, come dimostrano anche gli attacchi al mondo del lavoro e l'assalto alla nostra sede nazionale. Chi minaccia non deve spaventare, tutti insieme dobbiamo fare quadrato per difendere le conquiste democratiche e combattere le violenze fisiche e verbali".

Il  segretario generale Cisl Toscana, Ciro Recce

"Ancora una minaccia farneticante, ma non per questo meno preoccupante in Toscana. La busta con il proiettile e le minacce ai giornalisti e al presidente della Regione recapitata alla sede Rai di Firenze è un sintomo serio di un clima di tensione che cresce. Nel mirino nelle ultime settimane sono finiti l'informazione, le istituzioni, i sindacati: tre presidi irrinunciabili di libertà e democrazia, che tutti insieme siamo chiamati a difendere. Ai giornalisti della Tgr Toscana e al presidente Giani la solidarietà e la vicinanza della Cisl".

Minacce a Giani e giornalisti della Rai Toscana, la solidarietà della UIL: Annalisa Nocentini, Segretario Generale UIL Toscana

“Dopo la violenza perpetrata contro il sindacato a Roma, altre gravi e inaccettabili minacce, stavolta rivolte contro istituzioni democratiche e contro i giornalisti. E’ un ulteriore episodio di un clima di tensione in cui il Paese e la Toscana sta piombando. Non ci faremo intimidire, né ora né mai. Saremo in prima fila nel difendere i pilastri fondamentali della democrazia contro la violenza che ha il solo scopo di terrorizzare e dividere. Massima, incondizionata, assoluta solidarietà al Presidente della Regione Toscana Eugenio Giani e a tutta la redazione del Tgr Rai Toscana”.

Giovanni Donzelli, deputato e responsabile Fratelli d'Italia Toscana

"La busta con le minacce di morte nei confronti dei giornalisti e del Presidente della Regione Eugenio Giani recapitata alla sede Rai di Firenze è un gesto vile e indegno. Ci auguriamo che i responsabili vengano immediatamente individuati e puniti. Da parte di Fratelli d'Italia tutta la solidarietà e vicinanza al Presidente Giani e ai giornalisti, che vengono presi di mira in particolar modo in quest'ultimo periodo. Sulla difesa delle istituzioni e della libertà di informazione non possono esserci ambiguità: non dobbiamo farci intimidire".

Simona Bonafè, segretaria regionale del Pd della Toscana

"Voglio esprimere la più ferma condanna del Pd della Toscana e l'auspicio che vengano individuati i responsabili di questi gesti. Ai professionisti della Rai e al presidente Giani l'invito ad andare avanti nel lavoro quotidiano nell'interesse - ognuno nell'esercizio del proprio ruolo - dei cittadini».

Antonio Mazzeo, a nome dell'intero Consiglio regionale della Toscana

"Vicinanza e solidarietà" al presidente della Regione Eugenio Giani e alle giornaliste e giornalisti della sede Rai Toscana raggiunti oggi, lunedì 18 ottobre, da "vergognose minacce anonime".

La redazione di Arezzo 24 esprime vicinanza e solidarietà al presidente Eugenio Giani e ai colleghi minacciati.

Tags: Firenze Eugenio Giani Rai