Profanato il cimitero ebraico di Arezzo: distrutti omaggi floreali. Condanna unanime

. Inserito in Cronaca

Nottetempo ignoti hanno distrutto gli omaggi floreali al "Campaccio", posti alcuni giorni fa in occasione della Giornata della Memoria. Ferma condanna del gesto da parte della Giunta comunale di Arezzo, espressa in una nota congiunta. Fratelli d'Italia: "Inqualificabile"

La nota congiunta della Giunta comunale di Arezzo

“Esprimiamo la nostra più ferma condanna per il vile episodio che ha avuto come teatro uno dei luoghi simbolo della nostra città e ci riferiamo al “Campaccio”, che una volta ospitava il cimitero degli ebrei di Arezzo e dove l’altra notte sono stati distrutti degli omaggi floreali che solo pochi giorni fa avevamo deposto per ricordare l’orrore della Shoah”. Queste le parole della giunta comunale aretina “particolarmente addolorati per  la gravità del gesto, che offende le coscienze di tutti i cittadini, ma anche fiduciosi che quanto prima gli autori di questa infame azione siano individuati ed assicurati alla giustizia per una punizione esemplare. Sarà nostra premura ripristinare subito la situazione deponendo nuovi fiori sul cippo che ricorda orrori e sofferenze che nessuno deve mai dimenticare e tanto più infangare”.

Fratelli d'Italia Arezzo, Lucacci: "La violazione del cimitero ebraico è un vergognoso atto da punire immediatamente, ma vanno anche eliminate le cause dell'antisemitismo".

Per Fratelli d'Italia Arezzo interviene il Presidente Lucacci per condannare il vergognoso atto vandalico che ha profanato il cimitero ebraico di Arezzo.

"Quanto accaduto è un atto inqualificabile da punire immediatamente: violare quello che rimane del cimitero ebraico, distruggendo i fiori posti nella giornata della Memoria, è un atto ignobile e inqualificabile che non deve rimanere impunito.
Vanno individuati negli ambienti antisemiti, di qualunque genere, gli autori del gesto e vanno tratti davanti all'autorità giudiziaria." Continua Lucacci: "Atti del genere non sono tollerabili anche perché commessi in spregio della giornata della Memoria in cui si commemorano tutti coloro che hanno trovato la morte a causa dell'intolleranza, del razzismo e dell'antisemitismo.
Purtroppo il crescente ritorno dell'antisemitismo ha matrici molteplici, non solo di ultradestra di stampo nazista, ma anche di sinistra, da ambienti antagonisti e antisionisti e, purtroppo, anche culturali, a causa dell'eccessiva tolleranza verso soggetti che professano un islam estremista.
Vanno prese misure immediate contro tutte le cause del crescente ritorno dell'antisemitismo".

Tags: Cimitero vandalismo Campaccio