Spariscono gioielli, pc e smartphone, due denunce in Casentino

. Inserito in Cronaca

I Carabinieri della Stazione di Bibbiena, concludendo 2 distinte attività di indagine, hanno denunciato questa mattina due persone straniere, di cui una irreperibile sul territorio nazionale. Uno di loro aveva rubato da un'auto in sosta, l'altro a casa di un'amica

A seguito delle denunce sporte dalle parti offese e dopo aver analizzato attentamente i riscontri testimoniali acquisiti nelle fasi di indagine, tuttora in corso per il recupero della refurtiva, i colpevoli sono stati individuati e denunciati alla Procura di Arezzo, nel primo caso per furto aggravato, nel secondo per furto in abitazione.

Furto da un'auto

Alla fine del mese di giugno, a Bibbiena, da un'auto in sosta erano stati asportati gioielli, un cellulare e un computer. In questo caso, un giovane di 24 anni, di origine straniera, allo stato irreperibile sul territorio nazionale, aveva tentato di "sbloccare" uno dei dispositivi. La persona alla quale si era rivolto ha fornito ai Carabinieri particolari importanti per la sua identificazione. Le indagini proseguono per la ricerca della refurtiva, al momento non ritrovata.

Furto a casa di un'amica

Nel secondo caso, un 28enne, ugualmente non italiano che godeva dell'ospitalità di una sua amica nei mesi estivi, prima di lasciare la sua abitazione ha pensato bene di sottrarre alla stessa gioielli in oro per circa 2.000 euro. È stato individuato dai Carabinieri quale autore del furto. Anche in questo caso indagini tuttora in corso per il tentativo di recuperare la refurtiva. Prosegue, intensa, sul territorio casentinese, proprio la specifica attività di prevenzione dei reati contro il patrimonio.

Tags: Bibbiena Carabinieri Furti