Weekend di movida: segnalazioni, denunce e cuori infranti

. Inserito in Cronaca

Tra le varie attività del fine settimana, i Carabinieri hanno raccolto le lacrime di una ragazza ritrovatasi improvvisamente fuori di casa. In corso indagini per risalire agli autori del tentato furto di due motorini. Denunce per guida in stato di ebbrezza. 

Il fine settimana appea trascorso, ha impegnato i Carabinieri della Compagnia di Bibbiena in una serie di servizi di controllo del territorio, potenziati per prevenire furti, reati in danno del patrimonio, forme disordinate di ”movida” e scongiurare sinistri stradali dovuti ad assunzione di alcolici, stupefacenti e velocità non commisurata. Non sono mancati nemmeno interventi per così dire del “cuore”.

I militari del Nucleo Operativo e Radiomobile hanno sanzionato un automobilista che evidentemente aveva scambiato via Bocci di Soci per un circuito ad alta velocità, creando sabato sera non poco pericolo per le persone.

Poco dopo un 51enne casentinese, veniva denunciato per guida in stato di ebbrezza dopo un controllo in via Dante a Bibbiena, mentre un giovane della provincia di Arezzo, sempre alla guida della propria autovettura, veniva trovato in possesso di una modica quantità di marijuana. Si attende l’esito degli esami tossicologici effettuati poiché controllato anche lui a bordo della propria autovettura.

Anche i colleghi della Stazione di Bibbiena hanno denunciato per guida in stato di ebbrezza un 58enne di origine albanese, residente in Casentino, i cui valori di alcool nel sangue, hanno superato i limiti consentiti.

La Stazione di Rassina, controllando invece le zone più sensibili del territorio, quali ad esempio gli scali ferroviari, denunciava un giovane tossicodipendente per la violazione del divieto di ritorno nel Comune di Castel Focognano.

La massiccia presenza di militari sul territorio ha fatto si che gli ancora ignoti, al momento, ladri di due ciclomotori in viale Michelangelo a Bibbiena, nella notte tra sabato e domenica, abbandonassero gli stessi poco lontano, “braccati” dai militari. Sono in corso indagini per risalire agli autori del furto. I proprietari ritornavano in possesso quindi dei ciclomotori asportati.

In corso anche indagini su un’aggressione ad un giovane straniero, sempre nella tarda serata di sabato.

Non è mancato nemmeno un intervento di soccorso ad un capriolo ferito, insieme ai colleghi dei Carabinieri Forestali della Stazione di Castel San Niccolò. Si cerca di risalire al proprietario di un’autovettura che dopo l’investimento dello sfortunato animale, ha ben pensato di non allertare i soccorsi. Fortunatamente un altro automobilista che aveva assistito, si attivava in tal senso. L’animale è stato affidato all’ASL di Arezzo per le cure del caso.

Infine, i Carabinieri attivi anche per i “cuori infranti”. Fortunatamente fisiologici litigi tra innamorati che, non sfociando in ipotesi di reato, hanno comunque richiesto l’attivazione dell’Arma. L’operatore di turno alla Centrale Operativa ha infatti raccolto le lacrime di una ragazza ritrovatasi improvvisamente fuori di casa. Inviava immediatamente una pattuglia sul posto che, grazie alla Misericordia di Stia, assicurava un posto dove passare la notte.

Altro intervento invece alle “Macee” in zona Ortignano. Questa volta i Carabinieri sono stati attivati per ridurre l’”audio” di un litigio tra due fidanzati. 

Le persone complessivamente controllate dai 100 militari impiegati, sono poco più di 300 in tutto il fine settimana.

Tags: Bibbiena Casentino Carabinieri