Coronavirus, muore maestra di San Giovanni. A Bucine 30 positivi nella Rsa

. Inserito in Cronaca

Tra le vittime dell'infezione da Covid-19 in provincia di Arezzo, anche un'insegnante di San Giovanni Valdarno. La maestra aveva 64 anni e insegnava a Montevarchi, dove gli alunni erano finiti in quarantena. A Bucine, nella Rsa, 22 ospiti e 8 operatori positivi

Recrudescenza del virus in Valdarno: 88 casi di Covid-19, la metà 44 in ambito sanitario. E la triste notizia della morte della donna di 64 anni, un'insegnante di San Giovanni Valdarno ricoverata presso l'ospedale di Prato. La donna, che risiedeva formalmente a Figline Valdarno e insegnava a Montevarchi, pare avesse patologie pregresse.  I bambini dell'istituto presso il quale insegnava la donna, il Leonardo Da Vinci del capoluogo valdarnese, erano stati messi in quarantena. È il primo decesso in Valdarno. Il marito, anche lui positivo, è ricoverato all'ospedale fiorentino di Ponte a Niccheri.

A pochi chilometri, il sindaco di Bucine, Nicola Benini, ha dato aggiornamenti circa la situazione nella Rsa, da cui era emerso sabato scorso un caso positivo:

"Sabato sera stesso sono stati effettuati 39 tamponi tra degenti ed operatori. Oggi il responso: purtroppo 30 casi positivi, 22 degenti e 8 operatori. Operatori e familiari sono stati avvisati. Fin da subito ho avuto contati con l'Azienda sanitaria locale Toscana Sud Est, il Prefetto e la Protezione Civile, ai quali ho chiesto di mettere in atto tutte le misure necessarie per tutelare sia i degenti che il personale della struttura per evitare l'ulteriore diffusione del contagio".

I casi accertati nella Residenza sanitaria assistita di Bucine riguarderebbero uno dei tre piani su cui si sviluppa la struttura.

Tags: San Giovanni Valdarno Rsa Bucine Coronavirus contagi