Aggredì la figlia e la compagna ferendole gravemente, arrestato a Verona

. Inserito in Cronaca

I Carabinieri della Stazione di Montevarchi, insieme ai colleghi della Stazione di Castel D’Azzano, hanno dato esecuzione ad una misura di custodia cautelare in carcere, traendo in arresto nella giornata di ieri un disoccupato di origine nigeriana con precedenti penali alle spalle.

Il malvivente, rintracciato nella provincia di Verona, nel mese di Agosto scorso, durante i festeggiamenti del “Perdono di Montevarchi”, al culmine di un alterco consumatosi tra le mura domestiche, si era reso autore di una grave aggressione ai danni della compagna connazionale e della figlia minore che si era intromessa per difenderla, colpendo entrambe con i cocci di una bottiglia di vetro. L’aggressore si era poi dato alla fuga per le vie cittadine, mentre le due vittime si erano precipitate in strada per chiedere soccorso. Mentre le donne venivano medicate, l’uomo veniva prontamente rintracciato dai militari dell’Arma di Montevarchi e veniva portato in caserma dove veniva deferito all’autorità giudiziaria, la quale qualche giorno fa ne ha disposto la custodia cautelare in carcere prontamente eseguita dai Carabinieri. 

Tags: Montevarchi Carabinieri