Delegazione del corso di lingua cinese di Arezzo in missione in Cina - Foto

. Inserito in Attualità

Continua l’intensa attività di scambio fra istituzioni universitarie

Docenti dei corsi di lingua cinese della sede di Arezzo dell’Università di Siena hanno preso parte alla “Prima Conferenza Internazionale della Lingua Cinese” che si è tenuta a Pechino dal 7 al 9 dicembre.  

Le professoresse Maria Omodeo e Ornella De Nigris, del corso di laurea in Lingue per la comunicazione interculturale e d’impresa del Dipartimento di Filologia e Critica delle Letterature antiche e moderne (DFCLAM), hanno partecipato all’evento che ha visto riuniti oltre duemila delegati dalle più importanti università cinesi e del mondo.

L’appuntamento è stata l’occasione per presentare i nuovi standard per le certificazioni linguistiche del cinese, annunciare i nuovi centri di certificazione e discutere sulle nuove metodologie e sui materiali didattici.

Le delegate hanno incontrato i partner cinesi, fra questi i rappresentanti dell’Università di Wenzhou, che ha di recente stabilito un'Aula Confucio presso la sede universitaria di Arezzo.

Uno specifico incontro è stato dedicato alla presentazione del neonato centro linguistico costituito a Firenze in collaborazione con il Centro di Ricerche Interculturali (CRID) con l'Università Normale del Zhejiang.

Le professoresse hanno visitato l’Università di Wenzhou e hanno tenuto interventi, ospitate da Song Zhanmei, direttrice della Scuola di Educazione Internazionale.

Alla conferenza hanno preso parte: Pan Shili, presidente della Scuola Cinese di Firenze, docenti dell’Università di Wenzhou e gli studenti italiani che stanno trascorrendo periodi di studio presso l’ateneo cinese.

L’Università di Siena e l’Università di Wenzhou hanno avviato già da alcuni anni un programma di scambio di Doppio titolo e attualmente studentesse e studenti dell'Università di Siena si stanno specializzando in Lingua e Letteratura cinese presso l’ateneo.

La professoressa Omodeo ha condiviso con gli insegnanti e gli studenti la sua ricerca sull’educazione bilingue cinese-italiano dei bambini cinesi all’estero, e in particolare a Firenze presso l’asilo nido “La Giostra”, dove sta conducendo le sue osservazioni.

La professoressa De Nigris ha poi illustrato le attività dell’Istituto Confucio presso l’Università Sapienza di Roma e l’Aula Confucio presso il DFCLAM dell’Università di Siena per presentare in che modalità oggi l’Italia sta promuovendo la diffusione della lingua e della cultura cinese.

Tags: Università Università di Siena