San Giovanni Valdarno, iniziati i lavori allo stadio e alla Cittadella dello sport

. Inserito in Attualità

Al via l’intervento di riqualificazione e manutenzione degli impianti sportivi all’interno delle aree denominate Mauro Calvani e Rino Ciantini e i lavori di rifacimento della recinzione e l’adeguamento sismico della tribuna coperta allo stadio comunale Virgilio Fedini. Oltre un milione e mezzo l’investimento complessivo.

Sono iniziati da pochi giorni i lavori di rifacimento della recinzione e l’adeguamento sismico della tribuna coperta dello stadio comunale Fedini e gli interventi di riqualificazione e manutenzione degli impianti sportivi all’interno delle aree denominate Mauro Calvani e Rino Ciantini.

Questa mattina, davanti alla Casa del merlo, il sindaco di San Giovanni Valdarno Valentina Vadi, l’assessore ai lavori pubblici Francesco Pellegrini insieme anche a Maurizio Minghi, presidente della Marzocco Sangiovannese e Marco Merli, presidente comitato biancoazzurro hanno inaugurato ufficialmente il cantiere raccontando le opere previste.

«Si tratta di due cantieri importanti in cui sono cominciati i lavori da pochi giorni: il rifacimento della recinzione e della tribuna coperta dello stadio Fedini e la riqualificazione delle aree sportive dell’antistadio e del Calvan», ha dichiarato Valentina Vadi, sindaco di San Giovanni Valdarno.

«Finalmente comincia a prendere forma l’impegno dell’Amministrazione comunale nei riguardi degli impianti sportivi comunali che prevede uno stanziamento economico pubblico di rilievo in entrambi i cantieri. Sullo stadio era prioritario intervenire per ragioni di sicurezza - e lo stiamo facendo con i lavori cominciati da poco - e le due aree sportive dell’antistadio e del Calvani avevano necessità di essere riqualificate per essere più accoglienti per i giovani che le frequentano, configurandosi come una Cittadella dello sport. In questo secondo progetto un ruolo di primo piano è svolto dalla società Sangiovannese Marzocco che ringrazio per la proficua collaborazione. Le due aree sportive riqualificate sono intitolate a Graziano Gioli e Ivo Giorgi, due sangiovannesi che tanto hanno fatto per lo sport e per il calcio nella nostra città, e anche questo è motivo di orgoglio e di soddisfazione», ha concluso il sindaco.

«Sono iniziati i lavori di riqualificazione degli impianti sportivi situati a nord della città che, grazie all’impegno dell’ Amministrazione comunale in sinergia con le società sportive Marzocco e Sangiovannese, contribuiranno a ridisegnare il volto dei campi Ciantini e Calvani, nonché delle rispettive aree di pertinenza», ha aggiunto l’assessore ai lavori pubblici Francesco Pellegrini.

«Dopo la realizzazione di un importante polo industriale-tecnologico in zona Sant’Andrea, un altro tassello fondamentale del nostro percorso di riqualificazione e valorizzazione dell’area a nord non solo per gli appassionati di calcio, ma anche sotto un più ampio punto di vista sportivo e sociale con spazi dedicati alla socialità con la realizzazione di aree ristoro, un area gioco per bambini, campi da padel e da calcetto. Un intervento per un importo lavori di 970mila euro, finanziato dall’Amministrazione comunale grazie ad un mutuo a tasso agevolato, che si realizza in contemporanea ai lavori di ristrutturazione della tribuna coperta e della recinzione dello stadio Virgilio Fedini, affidati direttamente dall’Amministrazione comunale, per un impegno complessivo di oltre un milione e mezzo e che rappresenta un passo concreto nella direzione di riqualificare quest’area non solo per gli sportivi ma per tutti i cittadini di San Giovanni. L’Amministrazione - conclude Pellegrini - sta inoltre sta continuando a lavorare sia sulla pianificazione, sono infatti in fase di progettazione i successivi interventi di ristrutturazione degli spogliatoi dello stadio e delle strutture interne, sia sulla ricerca di finanziamenti con l’obbiettivo di dotare l’area di nuovi impianti e spazi adeguati».

Per quanto riguarda lo stadio, l’investimento complessivo è di 600mila euro. Verranno realizzati i lavori di adeguamento sismico della tribuna con il rifacimento del manto di copertura e lavori di rinforzo sulla capriata, il rinforzo delle strutture in cemento armato e la sostituzione delle scale di emergenza in acciaio. L’attuale recinzione sarà demolita e ne verrà realizzazione una nuova in elementi prefabbricati che consentirà una maggiore versatilità: la nuova recinzione, infatti, potrà essere spostata e regolata mediante l’utilizzo di semplici muletti.

Il progetto per la Cittadella dello sport è stato invece assegnato ad un raggruppamento temporaneo di imprese formato dalla Marzocco Sangiovannese, dal Consorzio Faros di Firenze e dallo Studio di Architettura Serafini di San Giovanni.

Al via adesso una serie sistematica di interventi per un ammontare di quasi un milione di euro (970mila euro) con opere che prevedono, oltre alla realizzazione di nuove strutture, anche due nuovi campi di calcio a 8 con un manto in erba sintetica nell’attuale campo di allenamento denominato “Veliero” oltre al nuovo campo di padel ed il rifacimento di quello da calcio a 5 all’Antistadio.

Con la realizzazione dei nuovi impianti sarà possibile aumentare il carico di gioco e di allenamento del centro sportivo Mauro Calvani e l’erba sintetica consentirà un utilizzo della struttura anche durante il periodo invernale. Prevista inoltre la ristrutturazione totale degli spogliatoi della Casa del Merlo (area sportiva Ciantini) con il rifacimento della pavimentazione, degli impianti tecnologici, dei rivestimenti e la sostituzione dei servizi igienici. Saranno adeguati anche le aree esterne adiacenti per consentire l’accesso a persone con disabilità.

«Sono estremamente felice e allo stesso tempo impaziente, ho voglia di iniziare la nuova avventura. Questo progetto – ha commentato il presidente della Marzocco Sangiovannese Maurizio Minghi – rappresenta il massimo del mio impegno per la comunità. Abbiamo messo in pratica quella che in questi cinque anni del mio mandato era solo un’idea, un enorme passo in avanti per proseguire al meglio il percorso della valorizzazione settore giovanile-prima squadra, una filiera sulla quale la nostra società ha fondato il suo presente e il futuro».

«È un grosso investimento che sfiora il milione di euro – ha sottolineato il presidente del comitato biancoazzurro Marco Merli – realizzeremo due nuovi campi di calcio a 8 in erba sintetica nell’attuale campo di allenamento del Veliero, provvederemo alla completa ristrutturazione degli spogliatoi dell’antistadio Ciantini, la sostituzione dell’attuale impianto di illuminazione con nuovi proiettori a led al campo sportivo Mauro Calvani e il rifacimento in erba sintetica del campetto adiacente al pallone tensostatico. Abbiamo programmato anche la costruzione di un campo da padel, questi sono solo alcuni dei lavori che per qualche mese interesseranno l’area sportiva di San Giovanni. Ora è il momento di essere coraggiosi e di sostenere la nostra filosofia, vogliamo creare una struttura dove i protagonisti sono i giovani di oggi e quelli di domani, quello che conta è che lasceremo in eredità una San Giovanni sportiva migliore».

Il progetto prevede inoltre la sostituzione dell’attuale impianto di illuminazione del campo “Calvani” con nuovi proiettori a led, la sistemazione delle reti di recinzione perimetrale, nuovi punti di ristoro e un campo da padel. Gli accessi saranno adeguati alle nuove normative con la separazione tra pubblico ed atleti e anche i servizi igienici per gli ospiti subiranno un restyling completo. Tra gli interventi previsti anche la ripulitura dell’area in stato di abbandono compresa tra il pallone tensostatico ed il campo di calcio a 5 e la pista di macchinine radiocomandate con la piantumazione di alcune piccole essenze vegetali autoctone (come ad esempio pioppo cipressino, corbezzolo e sorbo) oltre alla risistemazione della viabilità pedonale esistente ed alla realizzazione di una porzione di nuova viabilità. Verrà inoltre progettata un’area giochi dedicata ai bambini.

 

Tags: San Giovanni Valdarno Valentina Vadi