Camminata dell'orgoglio, Vasarri: "Italia senza norme, ad Arezzo assenti simboli di inclusività" Ar24Tv

. Inserito in Attualità

Veronica Vasarri, Chimera Arcobaleno Arcigay: "A differenza di tutti gli altri paesi europei, in Italia manca una tutela. Non dimentichiamo gli applausi al Senato quando venne affossata la proposta di Legge Zan. Ad Arezzo assenti simboli di inclusività e accoglienza".

In occasione della Giornata Internazionale di lotta ad omo-bi-lesbo-transfobia, che si celebra ogni 17 Maggio, il comitato Arcigay Arezzo "Chimera Arcobaleno" e il comitato territoriale UISP Arezzo hanno organizzato la camminata dell'orgoglio. Una camminata urbana di circa 5 km, con ritrovo e partenza dal parcheggio Pietri: il percorso ha toccato le sedi dei quattro Quartieri della città e alcuni punti che furono simbolo del corteo del Toscana Pride che si tenne ad Arezzo nel 2017. "Purtroppo nella città di Arezzo non sono presenti simboli di inclusività e accoglienza verso la comunità LGBTI+ quali ad esempio targhe, panchine arcobaleno o strade intitolate ad attivisti o attiviste dei diritti civili, pertanto proviamo noi a portare i colori dell'arcobaleno in tutto il centro città" lamenta Veronica Vasarri di Chimera Arcobaleno Arcigay. 

Tags: UISP Chimera Arcobaleno Arcigay Arezzo

Massimo Gianni

Massimo Gianni

giornalista iscritto all’Ordine dal 1988, collabora con testate giornalistiche televisive e radiofoniche.