La Befana è arrivata al San Donato: calze ai bambini ricoverati grazie ad aiutanti "speciali"

. Inserito in Attualità

Ad Arezzo la Befana ha portato “i chicchi” ai più piccini grazie ad aiutanti speciali, i volontari de "La Racchetta". Annullato a causa dell’emergenza Covid l’evento previsto in seno alla “Città del Natale”, la Fondazione Arezzo Intour ha organizzato una distribuzione alternativa delle tradizionali “calze”.

Dopo aver annullato - a causa dell’emergenza sanitaria - l’evento previsto per il 6 gennaio dal calendario di “Arezzo Città del Natale”, la Fondazione Arezzo Intour ha deciso comunque di agevolare il lavoro della simpatica vecchietta organizzando una distribuzione alternativa delle tradizionali “calze”: oltre 500 calze sono state distribuite dai volontari de “La Racchetta” ai bambini a passeggio nel centro storico e al  personale sanitario dell’Ospedale San Donato di Arezzo che le ha consegnate ai bambini ricoverati in pediatria o in procinto di ricevere il vaccino.  “Avevamo immaginato una giornata diversa, appositamente pensata per i più piccoli - afferma Simone Chierici presidente della Fondazione Arezzo Intour - purtroppo l’evolversi della situazione sanitaria ci impedisce di effettuare la “festa” nelle forme in cui l’avevamo pensata, ma l’obiettivo è stato quello di non rinunciare a un appuntamento tradizionale, atteso e molto amato dai bambini di ogni età. Ringrazio tutti coloro che ci aiuteranno a distribuire le calze e auguro a tutti di trascorrere una serena Epifania”.

Tags: Ospedale San Donato Pediatria Arezzo Befana