Terranuova, pasti gratuiti ai nuclei familiari in difficoltà. Il progetto del comune con la mensa “Pane e Vino”

. Inserito in Attualità

20 pasti settimanali che il comune dona ai nuclei familiari in difficoltà, alle persone fragili e a tutti coloro in stato di necessità.

Una iniziativa lodevole portata avanti dal comune di Terranuova Bracciolini e la mensa sociale “Pane e Vino” in un progetto che è stato rinnovato anche per i prossimi mesi. “Pane e Vino” è la prima mensa sociale del Valdarno, non solo un luogo dove incontrarsi e mangiare insieme, ma uno spazio di inclusione e condivisione che permette di regalare un pasto a chi ne ha bisogno con la formula del “pasto sospeso”. In sostanza chiunque consumi un pasto (in loco o da asporto) del valore di 10 euro ha la possibilità di contribuire al pasto di un’altra persona. I piatti proposti privilegiano qualità e stagionalità pertanto sono realizzati con prodotti del territorio grazie al coinvolgimento di cooperative sociali e piccoli produttori locali. A promuovere il progetto è Qoelet, un’impresa sociale che da molti anni opera nel territorio nei settori dell’accoglienza turistica, della manutenzione del verde, delle pulizie e della ristorazione con iniziative di inclusione di soggetti svantaggiati attraverso la creazione di opportunità di lavoro.
L’iniziativa della mensa sociale Pane e Vino nasce nel 2019 con la volontà di dare un aiuto concreto alle famiglie e alle persone in difficoltà", spiega Claudio Casprini, fondatore di Qoelet. "Il nostro impegno, in tal senso, si è poi intensificato con l’avvento del Covid e oggi stiamo distribuendo 100 pasti settimanali in tutto il Valdarno”.
La mensa sociale è un’iniziativa che interessa i comuni di Terranuova, Montevarchi, San Giovanni Valdarno, Castelfranco-Piandiscò e Figline-Incisa ed è patrocinata dalla Conferenza dei Sindaci.
Per conoscere le attività della mensa e ordinare è possibile consultare il sito internet https://www.fondazionegiovannipaolo.org/pane-e-vino-molto-piu-di-una-mensa-sociale.

 

Tags: Terranuova Bracciolini

Massimo Bagiardi

Massimo Bagiardi

Giornalista pubblicista da 20 anni ho da sempre curato la passione per lo sport e in particolare per la Sangiovannese calcio che seguo con passione ogni Domenica e in tutte le occasioni dal lontano 1989.

Amo la musica anni 80, ho creato e gestisco forzasangio.it sito che parla del magnifico mondo azzurro