Zone Creative di Badia al Pino dona 100 mila mascherine ai pensionati

. Inserito in Attualità

Il titolare Alessandro Donati vince una scommessa: dalla produzione esclusiva di macchine orafe fino a produrre anche mascherine chirurgiche made in Italy

Quando l'ingegno e la capacità imprenditoriale si fondono con la creatività, la voglia di diversificare e la tempestività nell'azione, nascono storie di successo. Quando a tutto questo si aggiunge la solidarietà nascono azioni esemplari che rendono orgogliosa un'intera comunità. Si può riassumere in questo modo il gesto che ha visto oggi protagonista un'azienda del territorio associata a Confartigianato Arezzo.

L'azienda si chiama ZONE CREATIVE srl, di Alessandro Donati, con sede a Badia al Pino nel comune di Civitella e prima della pandemia da covid 19 vantava un'esperienza pluridecennale nel settore meccanico orafo di precisione con la produzione di una vasta gamma di macchine per oreficeria e attrezzature.

Con lo scoppio dell'epidemia da covid 19 l'azienda ha aggiunto al suo tradizionale raggio d'azione la fabbricazione di mascherine chirurgiche, interamente made in Italy conquistando anche un importante contratto con la Protezione Civile.

Questa mattina, all'interno della fabbrica di Badia al Pino, alla presenza del sindaco di Civitella, Ginetta Menchetti, di Leonardo Fabbroni presidente della zona aretina di Confartigianato e di Angiolo Galletti, presidente di Anap Confartigianato, il titolare dell'azienda, Alessandro Donati, ha regalato all'associazione un quantitativo di mascherine chirurgiche, pari a circa 100 mila pezzi, da donare ai pensionati di Confartigianato.

“Un gesto importante e significativo – hanno sottolineato unanimi i presenti – che dimostra la grande creatività e capacità imprenditoriale del titolare di questa azienda, che ha saputo affrontare un periodo difficilissimo come questo, riuscendo a diversificare la produzione, addirittura aumentando la forza lavoro e contemporaneamente offrendo alla collettività, tramite la Protezione Civile, le preziose mascherine chirurgiche, bene introvabile nei primi mesi della pandemia. Oggi l'azienda dimostra ulteriormente la sua sensibilità mettendo a disposizione gratuitamente un consistente quantitativo di mascherine chirurgiche per i pensionati di Confartigianato.”

“Ringraziamo di questo bellissimo gesto – hanno aggiunto Angiolo Galletti e Leonardo Fabbroni – che risponde ad una necessità dei nostri anziani, categoria fragile, ancora una volta penalizzata dalle istituzioni, come dimostra la vicenda del ritardo accumulato nelle vaccinazioni. Con l'occasione informiamo che le mascherine saranno a disposizione dei nostri pensionati, gratuitamente, nelle sedi di Arezzo, Montevarchi, Bibbiena, Sansepolcro e Camucia. Nelle altre sedi, dove non è presente il patronato Anap, le mascherine saranno fatte pervenire su richiesta”.

Tags: Confartigianato mascherine Zone creative