Flash mob dell'Istituto Dovizi di Bibbiena contro la violenza sulle donne

. Inserito in Attualità

Si è trattato di un evento importante all'interno del più ampio progetto Erasmus, Towards an egalitarian Europe, che ha come tematica il rispetto dei diritti umani e l'uguaglianza

Il sindaco Filippo Vagnoli e l'assessore Martina Cipriani hanno partecipato questa mattina al Flash mob organizzato dall'Istituto comprensivo di Bibbiena per dire "no" alla violenza sulle donne.

Alle ore 10 le classi prime medie, le uniche in presenza, sono uscite in modo ordinato posizionandosi nel piazzale davanti alla scuola, formando fisicamente (con mascherine e distanziamenti) un fiocco viola.

Anche il sindaco e l'assessora si sono disposti con i ragazzi in un gesto simbolico e di valore per dire il loro "no" a qualsiasi forma di violenza e di violazione dei diritti umani e della persona.

Le altre classi, quelle in didattica a distanza, hanno interrotto per pochi minuti le lezioni, per guardare un video sul tema. Poi o line tutti insieme hanno cantato la canzone Esseri Umani di Marco Mengoni. Un grande coro che, a distanza, ha legato tantissimi ragazzi e ragazze di Bibbiena per qualche minuto con le note che sono volate sopra il Covid e oltre ogni distanziamento, per gridare insieme che il loro punto di partenza per ogni lotta sarà sempre e comunque l'essere umano. 

Il tutto è stato registrato per far parte del percorso Erasmus di cui l'Istituto fa parte.

Il sindaco Filippo Vagnoli commenta:

"Credo che il gesto del prendere le distanze, anche simboliche oltre che concrete, dalla violenza, sia un primo passo che ogni uomo dovrebbe fare insieme alla rinuncia a perpetrare, anche con le parole, certi pregiudizi. Dobbiamo essere capaci di ri-educarci insieme, uomini e donne, ad un mondo diverso, senza violenze e senza prevaricazioni".

Tags: Bibbiena violenza di genere Filippo Vagnoli Martina Cipriani

Rossana Farini

Rossana Farini

Dal Casentino con stupore... o almeno ci provo.
Giornalista pubblicista da oltre vent'anni, insegnante di "Philophy for children and for community", copywriter e una passione bruciante per la lettura e le storie delle persone.