Ospedale San Donato, nuove strumentazioni in regalo per Neonatologia e Tin

. Inserito in Attualità

Il reparto di Neonatologia e Tin dell'Ospedale San Donato di Arezzo cresce grazie a una donazione dell'associazione Corriamo per e dal Comitato Aretino Neonatologia Aps

Grazie a una donazione dell'associazione Corriamo per e del Comitato Aretino Neonatologia Aps da oggi il reparto di Neonatologia dell'Ospedale San Donato di Arezzo ha potenziato la propria dotazione di apparecchiature per il trattamento dell'ittero neonatale.

La consegna è avvenuta giovedì 24 settembre presso la sala biblioteca dell'Ospedale San Donato. Presenti il direttore sanitario della Usl Tse, la Dott.ssa Simona Dei, la direttrice del presidio ospedaliero, la Dott.ssa Barbara Innocenti, il coordinatore infermieristico Cristina Martini e la Dott.ssa Letizia Magi, per il Dipartimento Materno Infantile il direttore Dott. Flavio Civitelli, la Dott.ssa Patrizia Petruccioli Uop direzione Ostetricia e i rappresentanti dell'associazione Corriamo Per guidati dal presidente Simone Riceputi che, con il loro impegno, hanno rafforzato la capacità di intervento e di cura del reparto di Neonatologia.

"Con la nostra associazione, nata nel 2016", dichiara il presidente Riceputi, "abbiamo deciso di rendere il nostro divertimento utile ai più deboli. Noi corriamo le maratone in tutta Italia e nel mondo (New York, Valencia, Berlino) ed in ogni occasione cerchiamo di recuperare risorse per sostenere progetti finalizzati alla cura dei più fragili. In questo caso il rapporto con il reparto di Neonatologia e Tin dell'Ospedale San Donato di Arezzo ci ha permesso di concentrare le risorse nell'acquisto di questa strumentazione così importante per i neonati".

"Siamo veramente felici per questa donazione, il totale è di 17.120 euro. Parte di questa è andata per l'acquisto di questa lampada, che ha un valore di oltre 13mila euro, che interviene nella cura dell'ittero del neonato", dice la Dott.ssa Magi. "Si tratta di una lampada da fototerapia intensiva, di ultima generazione, che accorcia in maniera significativa i tempi di trattamento dell'ittero neonatale. Lo strumento viene utilizzato per il trattamento dell'ittero neonatale patologico. Grazie alla presenza di un doppio pannello di fototerapia, realizza un trattamento sul bambino di 360 gradi con conseguente abbattimento del valore dell'ittero in tempi molto inferiori rispetto ai trattamenti tradizionali. La nuova strumentazione è estremamente importante per il trattamento di itteri gravi, in quanto riduce il rischio di sequele e allo stesso tempo accorcia il tempo di ricovero e di conseguente allontanamento dalla mamma. Con le risorse avanzate abbiamo in mente di creare una stanza speciale in reparto per il riposo e il relax dei genitori che assistono i figli, così che non stiamo mai lontani dal bambino".

"È una donazione che acquista un doppio valore", precisa il direttore sanitario Usl Tse Dei, "da una parte uno strumento di altissima qualità ed importanza per la cura dei neonati, dall'altra un'associazione formata da persone sportive e di massima autosufficienza che attraverso la loro attività ludica sostengono i più deboli, quelli meno autosufficienti di tutti come i neonati. Questo momento è l'ennesima dimostrazione che il COVID ci ha fermato in tante cose ma non ha fermato il cuore e l'intraprendenza di tanti cittadini".

Il reparto di Neonatologia, Terapia Intensiva e Patologia Neonatale Tin dell'Ospedale San Donato di Arezzo è da tempo all'avanguardia nel trattamento dei neonati. L'Unità operativa semplice dipartimentale di Neonatologia e Terapia Intensiva Neonatale di Arezzo è dotata di due posti letto di cure intensive e otto posti letto di Patologia Neonatale/Cure subintensive. Presso il punto nascita di Arezzo nascono ogni anno circa 1.500 neonati, di questi circa 250 hanno necessità di cure e circa 80 di cure intensive. Il reparto è in grado di assistere neonati gravi, nati prematuri anche di 29 settimane, e qui viene applicata la terapia di ventilazione meccanica e accesso venoso profondo e nutrizione parenterale.

Tags: Ospedale San Donato Reparto Neonatologia solidarietà donazione