Arezzo celebra San Donato: in Duomo l'offerta del cero e fuochi artificiali con i colori dei Quartieri. Le regole

. Inserito in Attualità

Dalle 21:30 offerta del cero per 200. Alle 22:30 il tradizionale spettacolo pirotecnico dedicato a San Donato, patrono della città di Arezzo con omaggio alla Giostra del Saracino. Mascherine, distanziamento e steward. Comportamenti da tenere e modifiche alla circolazione

L'offerta del cero a San Donato, prevista in forma "ridotta" senza sfilata e gruppi storici, a partire dalle ore 21:30 direttamente in cattedrale, con il pubblico che potrà assistervi limitatamente alle 200 persone e comunque distanziato e con mascherina protettiva, e il successivo spettacolo pirotecnico dalla Fortezza medicea sono i primi eventi che comporteranno nei prossimi giorni importanti modifiche al traffico e alla sosta, soprattutto nella parte alta della città e in centro.

Lo spettacolo pirotecnico, per il secondo anno consecutivo curato dalla Fondazione Arezzo Intour, si svolgerà come di consueto dalla Fortezza Medicea. Uno spettacolo che si preannuncia particolarmente suggestivo e che omaggerà la Giostra del Saracino "lanciando" in cielo i colori dei suoi Quartieri, e con essi quello dell’oro, ad evocare la caratteristica produttiva più tipica del nostro territorio. In osservanza della normativa anti-COVID, l'accesso alla tradizionale platea del Prato sarà consentito solo con mascherine indossate e nel rispetto del distanziamento interpersonale di almeno un metro. Numerosi saranno gli steward che insieme agli agenti della Polizia Municipale e delle altre forze dell'ordine sorveglieranno sul regolare svolgimento della serata.

Un divieto di carattere generale riguarda la Fortezza, dove dalle ore 13 di giovedì 6 agosto alle 8 del giorno successivo, in ottemperanza alle prescrizioni della Commissione tecnica provinciale di vigilanza, è vietato l'accesso. Coloro che decideranno di assistere da luogo pubblico allo spettacolo pirotecnico dovranno necessariamente indossare la mascherina e rispettare le norme sul distanziamento interpersonale (almeno un metro).

Tornando agli aspetti legati al traffico, sempre giovedì dalle ore 8 alle 23:30 e comunque fino a cessate esigenze è istituito il divieto di sosta con rimozione nelle aree sterrate a ridosso del Prato. Dalle ore 18 alle 23:30 e comunque fino a cessate esigenze lo stesso divieto viene esteso a via Ricasoli e viale Bruno Buozzi. Dalle 20 è istituito il divieto di transito in via Ricasoli. In viale Buozzi dalle 20 alle 22 scatta il divieto di transito a eccezione dei residenti nel tratto compreso tra via Antonio da Sangallo e via de' Palagi, dalle 22 il divieto di transito è esteso anche ai residenti.

In virtù di queste disposizioni, dal varco videocontrollato di via di San Clemente non si potrà accedere, a eccezione del traffico locale, i veicoli in transito in via Sassoverde e in piazza di Murello non potranno ovviamente svoltare in via Ricasoli, è invertito il senso di marcia di via Montetini, in via dei Pileati, in via degli Albergotti.

"Arezzo non molla e riparte" e Rally Città di Arezzo

Viale Buozzi sarà poi interessata dal quattordicesimo Rally Città di Arezzo, con il divieto di transito sabato 8 agosto dalle ore 19 alle 23. La gara avrà poi il suo clou domenica 9 agosto quando, dalle 6 alle 19, scatterà il divieto di transito nella strada comunale Alpe di Poti dall'intersezione con la strada di San Polo/Antria alla strada per la località Toppole. Transito interdetto anche nelle strade comunali di San Polo e di Pomaio e nella panoramica di Poti.

L'amministrazione comunale conferma per i venerdì e i sabato di agosto l'estensione delle aree pedonali in centro come prevede il progetto, con il quale gli aretini hanno ormai familiarizzato, "Arezzo non molla e riparte". Quindi, dalle ore 19 all'1 del giorno successivo sono istituiti i divieti di transito e di sosta in via Roma, nel tratto di via Crispi tra Corso Italia e via Margaritone, nel tratto di via Guido Monaco tra il varco di accesso alla Ztl e piazza San Francesco, in via Cavour tra piazza San Francesco e via Isidoro del Lungo, in via San Lorentino tra via Garibaldi e via Leone Leoni.

Foto da arezzomedia.com

Tags: Viabilità Mobilità San Donato Traffico fuochi artificiali Arezzo non molla e riparte Rally Città di Arezzo