Anghiari, una camminata all'alba in omaggio ai lavoratori più colpiti dall'emergenza

. Inserito in Attualità

Non è stata la solita camminata, partecipata e condivisa con i cittadini, ma un momento simbolico dedicato ai lavoratori che più si sono spesi per la collettività durante l'emergenza. Il "solstizio di Anghiari" quest'anno ha voluto inviare un messaggio di vicinanza e solidarietà, attraverso la partecipazione del sindaco Alessandro Polcri con i rappresentanti delle categorie più esposte durante l'emergenza sanitaria

L'impossibilità di garantire il rispetto del divieto di assembramento ha costretto l'amministrazione a rivedere l'organizzazione dell'evento, che tuttavia si è tenuto in modo simbolico. La partecipazione dei musicisti di Umbra Lucis è stato il modo per anticipare la novità dell'edizione 2021, quando l'alba si arricchirà dalle melodie di un suggestivo concerto. Evento emozionale che quindi continua ad arricchirsi. Bellissimo lo scatto immortalato dal fotografo Andrea Mambrini, poetico e dal forte messaggio sociale, che ancora una volta inquadra la significativa alba sulla strada diritta più antica del mondo.

Ogni anno il sole, all'alba, si allinea perfettamente con Corso Matteotti, creando incantevoli giochi di luci. Si tratta di un vero e proprio spettacolo che ha come protagonista il sole e l'ingegno dell'uomo: i suoi raggi illuminano gli edifici che si affacciano sulla "ruga di San Martino" e la strada dritta che collega Anghiari con Sansepolcro. Una folla di persone, fra cui molti fotografi, partecipa da anni alla camminata "della Via del Sole" che viene organizzata dai Comuni di Anghiari e Sansepolcro e dal CAI, in concomitanza con il fenomeno che si verifica all'incirca il 15 luglio di ogni anno. Il percorso è il medesimo da sempre, camminando incontro al sole: dalla chiesa della Croce, percorrendo a piedi lo stradone per poi passare sul vecchio tracciato della ferrovia fino a raggiungere il vecchio ponte sul Tevere. I migliori scatti di fotografia finiscono su siti online di informazione e nei vari social di riferimento.

Queste le parole di Andrea Mambrini: "Io non sò se #andratuttobene, ma di una cosa sono sicuro, milioni di italiani hanno lavorato, si sono sacrificati e alcuni hanno dato la vita affinché potessimo tutti superare questo momento drammatico. Questo foto della meravigliosa alba ad Anghiari vuol essere un omaggio a tutti loro. L'italia è fatta di persone che nella difficoltà trovano la forza e l'orgoglio di impegnarsi per la comunità, e allora potremmo dire davvero #insiemecelafaremo".

"Ringrazio per la partecipazione i Vigili del Fuoco, la Protezione civile, Umbra Lucis nella persona di Fabrizio Lepri, Andrea Mambrini, vero regista dell'evento, e Benedetta Rocchini, infermiera nella RSA di Anghiari che stamani ha rappresentato tutta la categoria", ha dichiarato Polcri, "non abbiamo voluto interrompere la tradizione ma siamo stati costretti ad annullare la camminata di gruppo. Stiamo già lavorando all'evento del prossimo anno, con idee nuove che arricchiranno ancora questa bellissima ed emozionante iniziativa dedicata a tutti i lavoratori e i volontari che più si sono spesi durante l'emergenza sanitaria, con l'augurio di lasciarsi tutto alle spalle e vivere un nuovo momento, una rinascita simboleggiata dall'alba di questa mattina che ha segnato l'inizio di un nuovo giorno".

Tags: Anghiari Alessandro Polcri EF-A comune di Sansepolcro Comune di Anghiari camminata CAI Andrea Mambrini