Donne vittima di violenza: una targa nel palazzo della Provincia di Arezzo

. Inserito in Politica

Si è svolta questa mattina, in occasione della Giornata mondiale contro la violenza sulle donne, che ricorre oggi 25 novembre 2019, l’inaugurazione di una targa commemorativa installata presso il Palazzo della Provincia.

Presenti tra gli altri, la Presidente della Provincia Silvia Chiassai Martini e la Presidente della Commissione Provinciale delle Pari Opportunità Rossella Angiolini. Una giornata iniziata con un convegno in Sala dei Grandi dal tema “e lo chiamano amore” rivolta ai ragazzi degli Istituti di Istruzione Secondaria, per diffondere la cultura del rispetto, perché sono ancora troppi oggi gli stereotipi che in maniera subdola circolano nella società ed i dati sulla violenza sono allarmanti; le nuove generazioni saranno coloro che potranno promuovere un cambiamento culturale.

 

Silvia Chiassai Martini:

“La targa, realizzata dalla Provincia di Arezzo assieme alla Commissione Provinciale Pari Opportunità, vuole dare un segnale per dire “no” alla violenza contro le donne e contro la mancanza di una cultura che ne è la causa principale, quella ovvero del rispetto della donna in tutte le sue sfere. E’ quindi un simbolo visibile e tangibile per sostenere le donne e non solo in occasione del 25 novembre, ma durante tutto l’anno. La violenza di genere non può essere considerata come un amore criminale, o troppo amore; è solo violenza e potere maschile sulle donne. Le donne devono avere più autostima di se stesse, ed avere il coraggio di chiedere aiuto e denunciare ogni tipo di violenza da quella verbale, psicologica e fisica; non dobbiamo permettere a nessuno di farci maltrattare. Le istituzioni devono continuare a diffondere con ogni mezzo possibile la loro vicinanza alle cittadine. Abbiamo una rete provinciale per il contrasto della violenza di genere, che vede la presenza di molti soggetti e che voglio ringraziare per il lavoro che giornalmente affrontano, dando risposte immediate alle vittime, ma dobbiamo fare un passo avanti alla base; ovvero disconoscere la cultura sessista e patriarcale che ancora considera le donne oggetto e proprietà maschili e per questo vogliamo farci sentire vicine e impegnate contro questo grave problema del quale dobbiamo obbligatoriamente liberarci.” Una targa dunque come monito contro la violenza ed in ricordo delle tante donne che purtroppo non ce l’hanno fatta. Rossella Angiolini, Presidente della Commissione Provinciale delle Pari Opportunità : “Questa targa che oggi inauguriamo sarà la prima di tante altre che presto verranno poste in tutti i comuni del territorio provinciale. Dobbiamo fermare la violenza non solo di genere, ma anche quella che i figli spesso in maniera molto forte assistono e vedono in famiglia. Con questo gesto stamani, che è solo un inizio, vogliamo tenere vivo l’interesse e fare veramente qualcosa di concreto.”

Tags: Silvia Chiassai Martini Provincia di Arezzo violenza di genere Rossella Angiolini Giornata contro la violenza sulle donne