Museo del Ferro battuto di Pratovecchio Stia, terminati i lavori di ristrutturazione

. Inserito in Arte

Riqualificato e messo in sicurezza il Museo del Ferro Battuto di Pratovecchio Stia che grazie alla realizzazione di un’apertura, si è unito all’adiacente Salone delle Biciclette, dando vita così ad un’unica area museale.

L'intervento ha permesso il restauro e il rinforzo della struttura che è assegnata in comodato gratuito al comune da parte della fondazione Lombard. Tra i vari lavori effettuati nel processo di riqualificazione, c’è appunto anche la creazione del collegamento con il museo adiacente che ha dato vita al luogo perfetto in cui tradizione e storia si incontrano. I lavori hanno richiesto un investimento di oltre 42 mila euro finanziati dal comune di Pratovecchio Stia e dalla fondazione Cassa di Risparmio di Firenze nell'ambito del bando spazi attivi. “Voglio ringraziare ovviamente la Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze per il contributo assegnato, e la Fondazione Lombard per la continua e costante collaborazione – ha dichiarato il sindaco Nicolò Caleri - inoltre desidero ringraziare l'assessore ai lavori pubblici Claudio Orlandi, che ha seguito il progetto, e tutti i tecnici che se ne sono occupati: l'Ingegnere Brogi come responsabile dei lavori pubblici; la Dottoressa Vecchio per le pratiche legate al finanziamento; la Dottoressa Del Cherico per la parte museale; l'Architetto Claudia Bresciani e l'Ingegnere Massimo Tassini per la parte progettuale; la ditta Romagnoli Giancarlo e la sua titolare Erminia Romagnoli per l'esecuzione dei lavori”. A breve saranno collocati all'interno del museo due pannelli illustrativi con monitor, anch'essi facenti parte del progetto finanziato da CRF. 

Tags: Pratovecchio Stia Museo del ferro battuto