Emergenza climatica, ad Arezzo gli studenti tornano in piazza

. Inserito in Ambiente

Sono nuovamente gli studenti a smuovere le coscienze di tutti, soprattutto dei leader, per ottenere una rapida azione contro la crisi climatica. L'iniziativa ad Arezzo: "cosa è stato fatto dall’amministrazione locale e soprattutto cosa deve essere ancora fatto".

Il 24 settembre 2021 alle 9:00 il gruppo locale aretino di Fridays For Future chiama tutti i cittadini in Piazza della Libertà, davanti a Palazzo Cavallo, per il VI Sciopero Globale per il Clima, in forma statica e nel rispetto delle misure sanitarie in corso.

Nel mezzo della crisi sanitaria, sociale ed economica in cui il mondo si trova, gli attivisti per il clima continuano a parlare dell’importanza di combattere per limitare il riscaldamento globale sotto ogni frazione di grado e di affrontare l’ingiustizia climatica in cui viviamo. Questa volta, tuttavia, a livello globale il movimento giovanile sta mettendo un’enfasi speciale sulle diseguaglianze e le ingiustizie tra i Paesi e anche all’interno degli Stati stessi. Le vittorie storiche dell’azione collettiva hanno dimostrato la necessità per i giovani di restare uniti con le altre generazioni nella lotta per la giustizia sociale.

In occasione del ritrovo verranno trattati temi inerenti alla cura dell’ambiente nel contesto aretino, analizzando cosa è stato fatto dall’amministrazione locale e soprattutto cosa deve essere ancora fatto, partendo dalla chiusura del ciclo dei rifiuti fino alla cura delle zone verdi della nostra città. “È fondamentale che la nostra amministrazione si renda conto che le decisioni locali hanno un impatto che va ben oltre il nostro territorio” dichiara uno dei componenti del gruppo aretino.

Inoltre, sarà un momento per informare le persone che parteciperanno sulla cultura del rispetto di ciò che ci circonda, sull’utilizzo corretto della raccolta differenziata e sulla riduzione degli sprechi energetici e alimentari.

Tutti sono chiamati a partecipare, muniti di mascherina, qualcosa che esprima il pensiero e qualcosa che faccia rumore, per far capire che ci siamo e che non vogliamo affatto che la crisi climatica sparisca dalle agende politiche!

Tags: Sciopero Fridaysforfuture