Via alla manutenzione del torrente Esse fra Marciano e Monte San Savino

. Inserito in Ambiente

Operai e macchine al lavoro lungo la strada provinciale 26. Per due settimane senso unico alternato su un tratto della strada per consentire le lavorazioni in sicurezza. L'intervento prevede il contenimento della vegetazione nel rispetto dell'habitat fluviale

Senso unico alternato sulla strada provinciale 26 dell'Esse dal km 0+000 al km 5+350, tra la provinciale della Misericordia a Marciano della Chiana e viale Santa Maria delle Vertighe a Monte San Savino. Un piccolo disagio per gli automobilisti per un obiettivo strategico: mitigare il rischio idrogeologico dell'area nel periodo dell'anno tradizionalmente caratterizzato da piogge abbondanti e intense. La limitazione si rende necessaria per consentire al Consorzio 2 Alto Valdarno di completare la manutenzione ordinaria sul torrente Esse nel tratto che costeggia il tracciato stradale.

"L'intervento", spiega il dottor Michele Gobbini, referente del settore difesa idrogeologica del Cb2 per la Valdichiana, "prevede lo sfalcio e il taglio della vegetazione erbacea ed arbustiva. Nel corso dell'operazione sarà rimossa solo la vegetazione che rappresenta un ostacolo per il regolare deflusso dell'acqua. Sulle sponde laterali in prossimità dell'alveo bagnato, infatti, verrà conservata una fascia erbacea che, oltre ad offrire una zona ombreggiata e una protezione per la fauna ittica; oltre a svolgere la funzione di corridoio ecologico per l'avifauna e a favorire la capacità all'autodepurazione delle acque, consente di limitare l'azione erosiva delle piene ordinarie".

Per effettuare le lavorazioni, si è resa necessaria l'istituzione di un senso unico alternato regolato da movieri dalle ore 8 alle 18, con la sola esclusione dei giorni festivi. La limitazione proseguirà per un paio di settimane, condizioni meteorologiche permettendo. "Ci scusiamo per gli eventuali disagi", anticipa Gobbini, "ma il provvedimento si rende indispensabile per garantire la massima sicurezza degli operai e degli utenti della strada durante l'esecuzione delle operazioni, che consentiranno di restituire al torrente una migliore funzionalità idraulica".

Tags: Monte San Savino Consorzio di Bonifica 2 Alto Valdarno Marciano della Chiana Michele Gobbini