Contro il Trestina per dimenticare Scandicci, Sussi: "Voglio un Arezzo da battaglia" Ar24Tv

. Inserito in Sport

Le parole dell'allenatore del Cavallino alla vigilia di Sporting Trestina-Arezzo, in programma domani alle ore 15 allo stadio "Corrado Bernicchi" di Città di Castello.

L’Arezzo si prepara al giro di boa di questa stagione andando a far visita allo Sporting Trestina. Mister Sussi, alla vigilia, ha presentato così l’incontro.

Cancellare subito il secondo tempo di Scandicci – spiega Andrea Sussi – I ragazzi hanno capitosono fiducioso e mi aspetto una grande reazioneSarà fondamentale entrare in campo con la testa giustafare la nostra partita fin da subito avendo bene in mente che i jolly da giocare sono ormai finitiDodici punti da recuperare sono tantipuò essere un peso a livello inconscio sapere di non potere più sbagliare ma ho una rosa con l’esperienza giusta per ragionare partita dopo partitacon tranquillità e senza fare alcun tipo di tabella‘.

LA PROBABILE FORMAZIONE. ‘Rispetto a Scandicci ho tanta scelta in piùposso contare su alcuni nuovi acquisti e su quei giocatori che sono ormai usciti dal CovidLa squadra fisicamente sta bene e quindi siamo pronti ad affrontare queste tre importantissime gare in otto giorniI nuovi sono sia fisicamente che caratterialmente pronti e sarà importante sfruttare anche la loro vogliail loro entusiasmoHo una buona scelta anche negli under anche se Giofrè ne avrà ancora per una settimana e Zona non è ancora al cento per centoLazzariniÈ un 2000 con già molte partite di D alle spalleIn allenamento mi ha lanciato buoni segnaliha capito il nostro modo di giocare e domani potrebbe partire dall’inizioMancheranno Frosali e Lomasto ma ho piena fiducia in Biondi e Van Der VeldenQuest’ultimo è un giocatore che potrà darci una grossa manoè un centrale rocciosomolto determinato in marcatura ma anche veloce per uno della sua stazzaIn attacco posso scegliere fra Foglia e Persanoil primo è forse più tecnicopiù abile a ripulire le palle sporche ed a giocare per la squadramentre Persano è più potentepiù fisicoDeciderò di volta in volta chi schierare nel nostro tridente offensivo‘.

L’AVVERSARIO. ‘Il Trestina è una formazione che ha un rendimento migliore in trasferta che in casa e questo vuol dire che sono molto abili a sfruttare le ripartenzeDavanti hanno un giocatori temibili e dovremo essere abili a non concedere spaziNel corso della partita è normale a tratti poter subire gli avversari ma questo non può succedere per un tempo intero come a ScandicciI giocatori che abbiamo hanno la personalità e l’esperienza per riuscire ad invertire certe situazioni che esistono in una garaquindi domani mi aspetto da tutti una reazione importante‘.

Tags: S.S. Arezzo Andrea Sussi

Massimo Gianni

Massimo Gianni

giornalista iscritto all’Ordine dal 1988, collabora con testate giornalistiche televisive e radiofoniche.