Castelli, Sba: "Primi in Italia con un protocollo per allenamenti. Ripresa agonismo lontanissima" Video

. Inserito in Sport

Mauro Castelli, presidente della Scuola Basket Arezzo, ospite della video conferenza del Sindaco di Arezzo Alessandro Ghinelli, ha presentato il protocollo per la ripresa degli allenamenti: "Il primo sport collettivo a ripartire sarà il calcio, ma credo ben dopo settembre"

Ospite della video conferenza quotidiana del sindaco di Arezzo Alessandro GhinelliMauro Castelli, presidente Scuola Basket Arezzo: "È la prima società italiana a presentare un protocollo di 21 pagine per la ripresa degli allenamenti".

«Abbiamo circa 300 atleti, puntiamo molto sul vivaio. Bloccare un ragazzo per qualche mese, limita la sua crescita sportiva e personale. Li abbiamo tenuti impegnati con corsi di disegno, per quelli più grandi con i video. Su richiesta dei genitori e dei ragazzi e visto il Dpcm, abbiamo pensato che fosse il momento giusto di affrontare lo sport in maniera attenta. Ragionando sulle 36 pagine del Dpcm, abbiamo valutato gli enormi spazi offerti dal nostro palazzetto dello sport Estra Mario D'Agata, costruendo con la consulenza del dottor Stefano Bordiga un percorso per ricevere un parere medico necessario per completare e validare le disposizioni contenute nel documento. Campo sanificato, così come i palloni, gel in ogni postazione, 6 ragazzi e 6 palloni: il protocollo prevede la compresenza di gruppi ristretti di atleti a cui sarà proposto un allenamento di matrice individuale. Il palazzetto dello sport è stato suddiviso in più aree dove, evitando il contatto diretto con i compagni, ogni atleta avrà a disposizione il proprio spazio per svolgere una preparazione orientata ad un miglioramento tecnico e atletico. Per riuscire in questo, i singoli ragazzi saranno dotati di un pallone personale che non potrà essere condiviso con i compagni e che verrà riconsegnato al termine dell’allenamento per essere immediatamente sanificato. L’ingresso e l’uscita dall’impianto avverranno da due diverse porte per evitare assembramenti prima e dopo dello stesso allenamento, mentre un controllo specifico sarà dedicato all’utilizzo dei dispositivi di protezione individuale. Tra le altre misure di tutela, rientrano anche la misurazione della temperatura ai ragazzi al momento del loro arrivo in palestra e la chiusura degli spogliatoi che non potranno essere utilizzati. La società è tra le prime realtà cestistiche italiane ad essersi dotata di un rigido regolamento interno.

La possibilità di poter ripartire con gli allenamenti - dichiara ancora il presidente Mauro Castelli, -è stata immediatamente colta dalla Sba che ha orientato tutto il proprio impegno nel dotarsi di un regolamento in linea con i decreti e con le disposizioni igienico-sanitarie. Siamo tra i pochi in Italia ad aver stilato un protocollo del genere indirizzato al proseguimento della crescita tecnico sportiva di ogni nostro ragazzo, il tutto nella sicurezza di atleti, tecnici e famiglie. La nostra attenzione - continua Castelli, - è stata orientata ai singoli dettagli dell’allenamento, prevedendo ogni passaggio nel pieno rispetto delle misure per la prevenzione del contagio da Covid-19. I nostri ragazzi hanno la voglia, l’entusiasmo e la passione di riprendere presto l’attività e di poter tornare a giocare: con questo protocollo abbiamo voluto fornire a loro e alle loro famiglie un segnale di attenzione e di vicinanza, con l’auspicio di avviare un lento ritorno verso la normalità».

Ghinelli ricorda che "la pratica dello sport è uno maggiori momenti di diffusione del virus, il sistema dello sport è tra più fragili e tra i più attenzionati dagli esperti. Prendo atto di questa forte determinazione e guarderò il protocollo".

Castelli sulla ripartenza dello sport: "Il via libera lo darà il calcio, probabile ripresa ben dopo settembre".

 

Tags: Alessandro Ghinelli Scuola Basket Arezzo Mauro Castelli Coronavirus

Guido Albucci

Guido Albucci

Di tante passioni, di molti interessi. Curioso per predisposizione, comunicatore per inclinazione e preparazione