Matilde Mariani vince il doppio al torneo internazionale di Sanxenxo

. Inserito in Sport

L’atleta, tornata ad allenarsi al Tennis Giotto, si è imposta in Spagna insieme alla russa Shcherbinina. Tra tennis e padel, il circolo aretino ha vissuto un mese di ottobre ricco di soddisfazioni e di vittorie.

Dal tennis al padel, dai tornei internazionali al Circuito delle Vallate Aretine: il Tennis Giotto sta vivendo un ottobre ricco di successi. L’affermazione più prestigiosa arriva da Sanxenxo, piccola città spagnola vicino a Pontevedra, dove Matilde Mariani si è imposta nel doppio del torneo Itf2 in coppia con la russa Alina Shcherbinina. Classe 2002 e vincitrice di numerosi titoli italiani, l’atleta aretina è reduce da due stagioni al centro tecnico federale di Foligno ma da agosto è tornata ad allenarsi con i tecnici del Tennis Giotto con cui porterà ora avanti la sua carriera internazionale. Mariani ha vissuto la trasferta in Spagna insieme al maestro Giacomo Grazi ed è riuscita nell’impresa di centrale il successo dopo una dura finale vinta per 10-5 al terzo set contro la belga Costoulas e la ceca Panackova. Dopo il trionfo, la tennista ha disputato anche un secondo torneo di doppio sempre a Sanxenxo dove è approdata fino alla finale, guadagnando altri punti con cui ha ulteriormente scalato il ranking mondiale Under18 fino al 180° posto, mentre nelle prossime settimane sarà impegnata in un raduno al Centro Tecnico Nazionale Femminile di Formia e in altri tornei internazionali tra Ortisei (Bz), Solarino (Sr) e Israele.

«Sono molto contenta del mio ritorno al Tennis Giotto - commenta Mariani, -dove ho ripreso gli allenamenti e il percorso insieme ai tecnici con cui sono cresciuta».

Grandi gioie sono arrivate dai Master conclusivo del Circuito delle Vallate Aretine dove si sono sfidati i migliori atleti emersi nel corso della stagione dai vari tornei e dove il Tennis Giotto è riuscito ad ottenere tre nuovi successi. Nella manifestazione di Terza Categoria si è imposto Vittorio Noli del 1999 che, sui campi dello Junior Arezzo, ha chiuso nel migliore dei modi un’annata di forte crescita e ha trionfato in finale con un doppio 6-2 su Matteo Parrini del Tc Seven di Cortona, mentre il circolo ha poi lasciato il segno anche nelle categorie giovanili ospitate dall’At Subbiano con due vittorie nell’Under14 (con Filippo Pichi e Gemma Ricci) e con due finali nell’Under12 (con Camilla Farsetti e Flavio Valois). L’ultima gioia è arrivata con Riccardo Cecchi del 1998 che ha lasciato la firma sull’Open nazionale di Marina di Massa al termine di un torneo dove ha ben superato ogni turno fino al successo in finale sul ligure Filippo Romano. Nel frattempo, il Tennis Giotto ha vissuto il suo debutto agonistico nel padel, sport giocato con una racchetta e una palla su un campo delimitato da vetrate e griglie che è sbarcato ad Arezzo lo scorso maggio con l’inaugurazione del primo terreno di gioco all’interno della struttura di via Divisione Garibaldi. Alessio Bulletti e Filippo Fratini del 1998 sono stati i primi due tennisti ad essersi messi alla prova in un torneo ufficiale a Follonica e, mostrando un buon livello di gioco, hanno subito raggiunto una storica semifinale che ha permesso al circolo di iniziare a trovare soddisfazioni anche in questa disciplina che negli ultimi mesi ha acceso l’entusiasmo di molti soci e di molti atleti.

Tags: Tennis Giotto