Ralli: "Ghinelli? L'uomo del bloccare, altro che del fare"

. Inserito in Politica

"Ingegnere che si è attribuito l'etichetta dell'uomo del fare. Ma sarà vero? Proviamo a vedere": questo l'invito che il candidato sindaco per il centrosinistra Luciano Ralli rivolge agli elettori aretini in vista del ballottaggio

"Sede Polizia Municipale a Saione in via Fabio Filzi: è uno sbaglio. È uno spreco, 6 milioni di euro. L'ha voluta, fortissimamente voluta ma ha poi capito che non era una scelta condivisa, nemmeno dai suoi. E l'ha bloccata con l'intenzione di aprire il cantiere dopo il voto. Lui lo aprirà, io butterò il progetto nel cestino.

Rotatoria su via Fiorentina: ruspe ferme da 7 o 8 mesi non per il COVID (le asfaltature non lo temono) ma perché i soldi non bastano e sembra sia necessario un altro mezzo milione di euro, che probabilmente non basterà, perché l'azienda è intenzionata a chiedere il cosiddetto 'fermo macchina'. Meglio parlarne dopo le elezioni e quindi blocco dei lavori.

Mercato ortofrutticolo: il bando aveva individuato di affidare la struttura ad un progetto di alta qualità legato alla formazione musicale, con a capo della cordata i Negrita, che avrebbero messo anche 400.000 euro di soldi propri. Ghinelli ha bloccato tutto: per due anni l'area è stata abbandonata con i conseguenti problemi per il quartiere, rischiando inoltre di perdere i contributi regionali nonché quello diretto del gestore.

Penso che un'opera approvata e decisa debba essere fatta, elezioni o non elezioni. Ha provato infine a scaricare le colpe sul vicesindaco Gamurrini, tra i migliori assessori della sua giunta e che non si è ricandidato. Un sindaco lavora per i cittadini, non per essere rieletto".

Tags: Alessandro Ghinelli Comune di Arezzo Ballottaggio Elezioni comunali Arezzo Luciano Ralli