Il confronto. Progetti e programmi per la Cortona che verrà Ar24Tv

. Inserito in Speciale Elezioni 2024

C'era grande attesa a Cortona per il dibattito elettorale "all'americana" organizzato nella Sala Convegni Sant'Agostino. Attesa confermata dal gran numero di cittadini che ha assistito al confronto con tempi e ordine degli interventi stabiliti tra gli aspiranti alla poltrona di primo cittadino. Gran merito agli organizzatori e ai candidati: per scegliere occorre conoscere. La cronaca della serata

Con il presentatore Andrea Caneschi, si accende il dibattito nell’evento “Il confronto”, per conoscere meglio i cinque candidati a sindaco della città di Cortona. Con il mediatore, il giornalista Sergio Rossi, per estrazione, viene introdotta la scaletta di presentazione dei candidati:

  1. Verusca Castellani - Uniti a Sinistra per Cortona
  2. Sara Baldetti -  Italia Viva 
  3. Andrea Vignini - PD - MOVIMENTO 5 STELLE - Cortona Civica
  4. Nicola Carini - Lega - Partiti di Centro Destra (Fratelli d’Italia – Forza Italia – Noi Moderati) - Alleanza Civica Cortona
  5. Luciano Meoni - Futuro per Cortona - Centrodestra per Cortona - MAP - 

Il primo tema è la stazione MedioEtruria di Creti e Rigutino e il ruolo delle frazioni nel progetto:  

  • Castellani si pone contro il progetto, in quanto lo ritiene fine a se stesso, crede che piuttosto vadano potenziate le stazioni già esistenti.
  • Baldetti, Vignini, Carini e Meoni si trovano concordi nell’appoggiare il progetto di una stazione centrale per tutti i comuni della Val di Chiana.

Secondo punto, si tocca il tema sanità. Ospedale della Fratta, sanità territoriale:

  • Baldetti Ricorda ai presenti che nel 2014 la Fratta ha rischiato di chiudere. Il salvataggio è avvenuto solo grazie agli esponenti di Italia Viva in regione. Mancano una rianimazione sovraintensiva e i servizi ospedalieri di base. Bisogna potenziare i servizi esistenti. 
  • Vignini si trova d’accordo con la candidata Sara Baldetti. Ritiene che non si debbano sponsorizzare gli ospedali lontani dalla Val di Chiana, come Siena o Nottola,  piuttosto occorre aumentare il numero di reparti all’ospedale Santa Margherita. Vignini ha fatto presente che, durante la sua amministrazione, aveva portato avanti il PMA.
  • Baldetti risponde a Vignini. Di base l’ospedale deve essere funzionale, solo a quel punto devono essere aggiunti altri reparti.
  • Carini dichiara che la svendita dell’ospedale della Fratta c’è stata 15 anni fa. Sono rimasti da allora gli stessi problemi, non sanati. Ma gli operatori, i professionisti, non devono essere lasciati soli. Bisogna evitare lo sfruttamento degli operatori sanitari 
  • Meoni: l’ospedale c’è, abbiamo solo bisogno dei medici e degli infermieri. La sanità è in quota alla Regione, quindi il Comune non ha responsabilità. Va riportata al centro la sanità. 
  • Castellani. Vero che la sanità è in capo alla Regione e che l’ospedale non funziona, anche a causa dei pochi sanitari. Il gigantismo dato dall’area vasta basato sul profitto ha causato tutto questo. Serve terapia intensiva, un OBI e un UTIC. Servono competenze specifiche, essenziali per il nostro ospedale. 

Terzo punto, Cortona, cosa offre ai giovani

  • Vignini dichiara apertamente che il suo programma è stato fatto dai giovani. Più opportunità nel turismo e nel settore alberghiero. L’ex sindaco cortonese dichiara che nel territorio sia più che altro dilagante la disoccupazione intellettuale. Le aziende locali devono operare con i giovani. Porta avanti la movida, largo ai giovani per ripopolare Cortona.
  • Carini. Bisogna ascoltare i giovani, creare un clima diverso. Dobbiamo trovare dei luoghi dove progettare eventi per i giovani, anche a Camucia. Sport al centro, con il miglioramento degli impianti sportivi.
  • Meoni. Critica Vignini, che da paladino della gioventù e della movida, vede nella sua lista esponenti del Comitato del centro storico, che non fanno altro, dichiara Meoni, che mandare esposti all’amministrazione comunale attuale proprio contro gli eventi di “movida” nel centro storico. Promuove il lavoro per i giovani, tramite stage con istituti tecnici e Confcommercio. 
  • Castellani. Dobbiamo imparare dai giovani. Noi diamo i valori, ma di sicuro dobbiamo collaborare con i giovani. Territorio vastissimo che si presta a tante iniziative, sia culturali che sociali.
  • Baldetti. I giovani sono una risorsa. Iniziative per avvicinare i giovani. spingere su 18 app e formazioni a distanza. Volontariato, incontri tra giovani e associazioni locali per collaborazioni e crescita.

Quarto punto, Cortona è ancora il cuore culturale della Val di Chiana? 

  • Carini. Cortona è la perla della Val di Chiana. La cultura ce l’abbiamo, va portato un turismo di qualità. Festival importanti e da potenziare. Deve esistere sinergia in Val di Chiana tra i comuni. 
  • Meoni. 36.000 ingressi per Signorelli. E promette una mostra a ottobre sugli Etruschi. Pone l’attenzione sui centri di ricerca.
  • Castellani. Turismo di tipo lento, non stanziale. I turisti guardano, osservano e se ne vanno. Se non si creano eventi, il turismo non rimane in zona. Bisogna fare cultura. 
  • Baldetti. Attività culturali, idea di riapertura del “Sentiero50” che collega vari percorsi e comuni, per trekking e bicicletta. Biglietti cumulativi per visitare i parchi archeologici della zona. Incentivi fiscali per lunghi affitti. Sfruttare anche Camucia. Turismo di massa.
  • Vignini. Qualcosa si è perso. Non si è stati capace di mantenere la movida. Il turismo è la vera ricchezza del territorio. 

Ultimo punto, mancanza di parcheggi

  • Meoni. Riqualificato il parcheggio del mercato vecchio, il motto è stato più decoro e più parcheggi. Da completare lo Spirito Santo e coperture scale mobili. Progetto parcheggio Porta Colonia. Il 22 maggio stalli gialli in via Maffei e in via Santa Margherita per i residenti. Su Camucia, via Lauretana e via Regina Elena, 28 posti aiuto in più. Abbiamo una piazza e più parcheggi. 
  • Castellani. Parcheggi gratuiti per i residenti e per chi lavora a Cortona. Le navette non possono portare le valigie per i turisti. Servono servizi efficaci ed efficienti. Non vale la pena un'altra colata di cemento. Proposta green con navette elettriche.
  • Baldetti. L’accesso dentro al paese deve essere garantito solo ai residenti e a chi ci lavora. Sostenibilità. Parcheggi fuori dalle mura e trasporto con navette. Dobbiamo essere pronti al cambiamento: come il car sharing.
  • Vignini. Attacco a Meoni sul parcheggio del mercato, sul progetto di Santa Maria Nuova, secondo l’ex sindaco sono troppo dispendiosi. Al Parcheggio Spirito Santo non si può pagare con la carta. Critiche dure alle opere di Meoni.
  • Carini. Parcheggio sotto Spirito Santo, c’è l’idea di renderlo gratuito e di poter effettuare il pagamento del parcheggio anche con la carta. Le strisce gialle vanno lasciate per i residenti. Per quanto riguarda la piazza di Camucia, mancanza di progettualità. Difficoltà dei negozianti senza più parcheggi. Idea di fare una ZTL. 

A conclusione dell’evento, i candidati della città di Cortona, chiudono così le proprie dichiarazioni: 

BALDETTI: "Cortona deve essere un Comune che  investe nel sociale e nella digitalizzazione"

CASTELLANI incoraggia tutti quelli che non si sono sentiti rappresentati: "Abbiate il coraggio di tirare fuori la tessera elettorale e andate a votare. Dobbiamo credere nel cambiamento"

VIGNINI: "Una Cortona che si apra al mondo e più democratica, che guarda al cambiamento e ai nuovi diritti. La città deve far sentire la sua voce"

CARINI: "Siamo la novità, vogliamo portare il cambiamento. La squadra deve essere al centro. Carini già annuncia un nome di un futuro assessore della sua lista: la candidata Monica Lavori. In conclusione, dobbiamo andare avanti e non tornare indietro"

MEONI si alza in piedi: "Continuità amministrativa, squadra sempre la stessa. Parleremo con i ragazzi e le associazioni, non molleremo la presa

Tags: Cortona Elezioni amministrative

Martina Concordi

Laureata in giurisprudenza e iscritta all’ordine dei giornalisti dal 2022.
Adoro la cultura e il territorio in cui vivo.
Dal 2014 faccio parte del Gruppo Storico della città di Cortona.
Il giornalismo per me è la ricerca della verità e la condivisione di storie che informano, ispirano e responsabilizzano il pubblico. È una vocazione che richiede integrità, curiosità e un impegno costante per dare voce a chi non ne ha. Attraverso il giornalismo, voglio promuovere la trasparenza e contribuire al dibattito pubblico, sempre con l’obiettivo di costruire una società meglio informata e più consapevole

Speciale Elezioni 2024

21 Giu 2024 - di Redazione Arezzo24

Cortona, le cose da sapere in vista del ballottaggio per l’elezione del Sindaco

Quando si vota, gli orari di apertura straordinaria degli uffici per le tessere elettorali e le carte d’identità