Coronavirus, ci risiamo: 6 casi in provincia di Arezzo. Rientrati dall'estero, attenzione ai contatti Video

. Inserito in Sanità

Il report della Asl Sud Est non lascia spazio ad altre interpretazioni: il contagio è ripartito. Nuovi casi a Castiglion Fiorentino, Poppi, Cavriglia, Monte San Savino, Arezzo e Cortona. In 5 rientrati da Paesi esteri, tutti in quarantena; 17 contatti posti in isolamento

Il bollettino dell'Azienda sanitaria locale Toscana sud est:

La situazione relativa al fenomeno della diffusione del COVID dalle ore 14 del 10 agosto alle 14 dell'11 agosto evidenzia 6 nuovi casi in provincia di Arezzo:
• un uomo di 36 anni di Castiglion Fiorentino (rientrato dalla Francia)
• un uomo di Poppi di 29 anni (rientrato dall'Albania)
• un uomo di 20 anni di Cavriglia (rientrato da Corfù)
• una donna di Monte San Savino di 18 anni (rientrata da Corfù)
• una donna di 38 anni di Arezzo (rientrata dalla Romania)
• un uomo di Cortona di 60 anni.

I casi individuati sono tutti paucisintomatici o asintomatici e osservano la misura della quarantena al proprio domicilio.
Il Dipartimento di Prevenzione in considerazione dei casi emersi ha incrementato l'attività di tracciamento dei contatti stretti. Tale attività ha evidenziato, ad oggi, complessivamente 17 contatti, i quali sono stati immediatamente posti in isolamento (laddove non lo erano già). Sono soggetti asintomatici, tutti sono stati sottoposti a tampone. Si è in attesa dei risultati.

Castiglion Fiorentino positivo un uomo di 35 anni, rientrato da un Paese europeo dove era stato per motivi di lavoro, si è sottoposto al test sierologico, risultando affetto da coronavirus nonostante non presentasse alcun sintomo della malattia. Lo fa sapere con un video postato su Facebook il sindaco Mario Agnelli, che sottolinea "l'importanza dei controlli, mai come adesso, per tutti coloro che rientrano dall'estero, perché rappresentano la maggior parte dei casi di contagio che la nostra Azienda Sud Est sta registrando in questo momento. Confido nella collaborazione di tutti coloro che rientrano a Castiglion Fiorentino".

Il primo cittadino di Cortona, Luciano Meoni, tiene a precisare:

"È l'unico caso di positività nel nostro territorio, tuttavia la situazione rimane monitorata e sotto controllo. Il nuovo caso non è da ricondurre al flusso turistico, grazie a Dio in aumento, ma è un caso isolato, probabilmente dovuto a fattori esterni. Non possiamo dare dettagli, ma stare tranquilli. Forza, tutti insieme ce la faremo".

Il sindaco di Monte San Savino Margherita Scarpellini informa così la cittadinanza sulla giovane risultata positiva nel suo Comune:

"È da poco arrivata per Pec dalla Ausl Toscana sud est, zona aretina, la comunicazione di un caso positivo al COVID-19 residente nel nostro Comune di Monte San Savino. Si tratta di una ragazza di 18 anni, asintomatica, in sorveglianza di quarantena per contatto diretto con altro caso positivo, in isolamento domiciliare. La situazione è ampiamente monitorata e sotto controllo del medico e dell'Ufficio di Igiene Pubblica. Auguri alla nostra concittadina di pronta risoluzione del problema sanitario.

Non si devono creare allarmismi, ma va tenuto presente che i positivi al coronavirus stanno aumentando ed occorre prestare la massima attenzione. Cerchiamo di applicare ogni iniziativa precauzionale per contenere la diffusione del virus soprattutto in queste settimane di ferie, caratterizzate da spostamenti a medio-lungo raggio e scambi tra Paesi".

Leonardo Degl'Innocenti O'Sanni, primo cittadino di Cavriglia:

"Dalla Asl Toscana sud est è arrivata la conferma purtroppo di un nuovo caso di positività al virus COVID-19 all'interno del nostro territorio comunale. Si tratta di un uomo di 20 anni rientrato recentemente dalle vacanze trascorse nell'isola greca di Corfù. L'uomo sta bene e sta osservando la misura della quarantena presso il proprio domicilio. Non dobbiamo in alcun modo abbassare le nostre difese, proseguiamo dunque con il massimo rispetto delle regole in vigore".

Carlo Toni, sindaco di Poppi:

"Un po' me lo aspettavo, dato il clima generale, e purtroppo oggi ho avuto la notizia da fonte Asl che nel nostro Comune abbiamo un caso di positività asintomatico al COVID-19. Trattasi di un cittadino che, rientrato dal proprio Paese di origine a conclusione del periodo di quarantena, ha effettuato il tampone di controllo previsto, che ha dato esito positivo.

Ho avuto ampie rassicurazioni dal Dipartimento di Prevenzione della Asl che la persona ha seguito scrupolosamente le procedure previste dal protocollo, con immediato isolamento presso la propria abitazione appena rientratovi, escludendo ogni forma di contatto con terzi. La persona sta bene e non manifesta sintomi tipici dell'infezione ed è sotto stretta sorveglianza sanitaria.

Ricordo a tutti coloro che rientrano nel nostro Paese dai Paesi così detti 'a rischio' l'obbligo di denunciarsi al seguente indirizzo: https://www.prevenzionecollettiva.toscana.it/…/segnalazione… oppure di digitare su www.prevenzionecollettiva.toscana.it. Appena registratisi ci si pone in quarantena e alla fine del periodo l'Asl esegue il tampone di controllo. Questo per quanto riguarda il cosiddetto contagio di ritorno. Per tutto il resto, credo che certe immagini si commentino da sole: ancora non abbiamo ben capito che il virus è ancora tra di noi. Auguro ancora una buonasera ma... 'A buon intenditor poche parole'".

Il report della Regione Toscana:

In Toscana sono 10.674 i casi di positività al coronavirus, 22 in più rispetto a ieri (20 identificati in corso di tracciamento e 2 da attività di screening). I nuovi casi sono lo 0,2% in più rispetto al totale del giorno precedente e hanno un'età media di circa 38 anni. I guariti crescono dello 0,1% e raggiungono quota 9.002 (84,3% dei casi totali). I test eseguiti hanno raggiunto quota 454.393, 2.972 in più rispetto a ieri. Gli attualmente positivi sono oggi 535, +3,3% rispetto a ieri. Oggi non si registrano nuovi decessi. Questi i dati - accertati alle ore 12 di oggi sulla base delle richieste della Protezione civile nazionale - relativi all'andamento dell'epidemia in regione.

Di seguito i casi di positività sul territorio con la variazione rispetto a ieri. Sono 3.334 i casi complessivi ad oggi a Firenze (15 in più rispetto a ieri), 572 a Prato, 761 a Pistoia (2 in più), 1.076 a Massa, 1.419 a Lucca (2 in più), 970 a Pisa (1 in più), 494 a Livorno, 716 ad Arezzo (2 in più), 441 a Siena, 420 a Grosseto. Sono 471 i casi positivi notificati in Toscana, ma residenti in altre regioni. Sono 17 quindi i casi riscontrati oggi nell'Asl centro, 3 nella Nord Ovest, 2 nella Sud Est.

La Toscana si conferma al decimo posto in Italia come numerosità di casi (comprensivi di residenti e non residenti), con circa 286 casi per 100.000 abitanti (media italiana circa 416 x 100.000, dato di ieri). Le province di notifica con il tasso più alto sono Massa Carrara con 552 casi x 100.000 abitanti, Lucca con 366, Firenze con 330; quella con il tasso più basso Livorno con 148.

Complessivamente 516 persone sono in isolamento a casa, poiché presentano sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere o risultano prive di sintomi (15 in più rispetto a ieri, +3%). Sono 1.618 (32 in più rispetto a ieri, +2%) le persone, anch'esse isolate, in sorveglianza attiva perché hanno avuto contatti con persone contagiate (Asl centro 996, Nord Ovest 410, Sud Est 212). Le persone ricoverate nei posti letto dedicati ai pazienti COVID oggi sono complessivamente 19 (2 in più rispetto a ieri, +11,8%), una in Terapia Intensiva (stabili rispetto a ieri). Le persone complessivamente guarite sono 9.002 (5 in più rispetto a ieri, +0,1%): 122 persone clinicamente guarite (6 in meno rispetto a ieri, -4,7%), divenute cioè asintomatiche dopo aver presentato manifestazioni cliniche associate all'infezione, e 8.880 (11 in più rispetto a ieri, +0,1%) dichiarate guarite a tutti gli effetti, le cosiddette guarigioni virali, con doppio tampone negativo.

Oggi non si registrano nuovi decessi. Restano quindi 1.137 i deceduti dall'inizio dell'epidemia così ripartiti: 417 a Firenze, 52 a Prato, 81 a Pistoia, 174 a Massa Carrara, 144 a Lucca, 90 a Pisa, 63 a Livorno, 50 ad Arezzo, 33 a Siena, 25 a Grosseto; 8 persone sono decedute sul suolo toscano ma erano residenti fuori regione.

Il tasso grezzo di mortalità toscano (numero di deceduti/popolazione residente) per COVID-19 è di 30,5 x 100.000 residenti contro il 58,3 x 100.000 della media italiana (11esima regione). Per quanto riguarda le province, il tasso di mortalità più alto si riscontra a Massa Carrara (89,3 x 100.000), Firenze (41,2 x 100.000) e Lucca (37,1 x 100.000), il più basso a Grosseto (11,3 x 100.000).

Si ricorda che tutti i dati saranno visibili dalle ore 18:30 sul sito dell'Agenzia Regionale di Sanità a questo indirizzo: www.ars.toscana.it/covid19.

Tags: Regione Toscana Mario Agnelli Asl Toscana sud est Sanità Margherita Scarpellini Coronavirus contagi guarigioni