Brandi: "Abbiamo sbagliato tutto e io non andrò in piazza per FridaysForFuture"

. Inserito in Politica

Oggi è il #FridaysForFuture, un giorno speciale, nato dall’iniziativa di una sedicenne che si chiama Greta Thunberg. C'è chi, come Paolo Brandi, propone un punto di vista diverso e in piazza non andrà

Un venerdì destinato a entrare nella memoria come una delle più grandi mobilitazioni per salvare il pianeta. Paolo Brandi propone una riflessione generale e spiega perchè non parteciperà alle manifestazioni.

 AR24: Brandi, perchè non andrà in piazza?

"Ve lo chiedo per favore: non facciamo diventare questa bella iniziativa qualcosa di diverso, dai post, dalle foto e dai commenti ho osservato che in parecchi vogliono metterci il cappello sopra.

Lasciamo che i nostri ragazzi facciano quello che si sentono di fare, senza condizionamenti, senza bandiere. Anche perché i politici, gli economisti, gli scienziati, i benpensanti che oggi sostengono (e fanno bene) questa manifestazione portano, ognuno per la sua parte, pesanti responsabilità per quello che sta accadendo al clima e all’ambiente: peccati di omissione, vigliaccheria, conformismo, opportunismo. Tutti noi portiamo la nostra parte di colpa.

In questi anni si è volutamente ignorato il grido di allarme della terra, si è consumato, sperperato, distrutto senza pensare al domani. Rinviando quello che poteva e doveva essere fatto oggi.

Per questo, pur guardando con grande simpatia e speranza al FridaysForFuture, non andrò, a differenza dei soliti “succhiaruote”, in piazza. Non ci andrò semplicemente perché non spetta a noi, generazioni che hanno sbagliato quasi tutto in tema di ambiente andare in piazza. Spetta a chi ha ancora le mani pulite e lo sguardo puro andare in strada e gridare la propria indignazione e lanciare verso il cielo una speranza.

Un’ultima avvertenza: nessun pasto è gratis. Quindi se si vuole affrontare seriamente il tema ambientale è necessario ripensare il modello di sviluppo: questo significa rinunciare a qualcosa in termini di benessere (o presunto tale), in termini di comodità, di consumo perché non si può avere la botte piena e la moglie ubriaca, questo i ragazzi e le ragazze che vanno in piazza devono saperlo".

Tags: Fridaysforfuture