Ex poligono di Gragnone, approvato l'atto d'indirizzo. Donati e Caneschi: "Potrà tornare al Comune"

. Inserito in Politica

Approvato all’unanimità dal Consiglio Comunale, l’atto d’indirizzo per l’acquisizione dell’area ex poligono militare di Gragnone, proposto dai consiglieri Pd Giovanni Donati e Alessandro Caneschi.

“A 22 anni dalla chiusura della caserma Cadorna, l’area di 6 ettari, utilizzata come poligono militare, potrebbe diventare un patrimonio del Comune di Arezzo a disposizione di tutti.
Inoltre nell’area demaniale insistono 250 metri del tracciato della ferrovia Arezzo-Fossato di Vico: potrebbe essere ricostruito un breve tratto di ferrovia, con una vecchia locomotiva creando così un piccolo museo itinerante usufruibile anche dalle scuole.
A seguito dell'approvazione dell’atto di indirizzo, il Comune dovrà adesso acquisire quest’area dal demanio in modo tale da riqualificare un’area, alle porte della città, di grande interesse naturalistico, ricettivo, storico e paesaggistico consentendo di valorizzare ancor di più il monte Lignano, unico parco comunale, anche mediante la realizzazione di una struttura ricettiva sfruttando i 3.500 metri quadrati dell’area.
Auspichiamo che il Comune intraprenda prima possibile l’iter per richiedere al ministero della Difesa l’acquisizione dell’area, evitando così situazioni spiacevoli come quella accaduta all’ex stabilimento Fontemura”.

Tags: Alessandro Caneschi Giovanni Donati Ex poligono di Gragnone