Nucleare, Anci ribadisce no siti nel senese e Maremma. Casini: "Preoccupazione per zone individuate"

. Inserito in Politica

Roberta Casini, sindaco di Lucignano (Arezzo), interviene sul tema in qualità di referente Anci Toscana per l'agricoltura: "Abbiamo sentito i sindaci e le rappresentanze economiche delle aree interessate, tutte tutelate e da proteggere"

Anci Toscana ribadisce la sua contrarietà sulla scelta dei siti candidati come sede del deposito nazionale rifiuti radioattivi, di cui due localizzati in Toscana tra Pienza e Trequanda nella provincia di Siena e a Campagnatico nella provincia di Grosseto. Roberta Casini, sindaco di Lucignano (Arezzo) e referente Anci Toscana per l'agricoltura, afferma: "Anci Toscana, dopo aver avuto un confronto con i sindaci delle aree interessate, le rappresentanze territoriali dei diversi settori economici presenti, nonché aver condiviso la contrarietà della Regione Toscana, manifestata in primis dal presidente Eugenio Giani e dal Consiglio Regionale con una mozione votata all'unanimità, esprime forte preoccupazione e disappunto per la scelta delle zone individuate. In particolare, si tratta di siti tutelati, di elevato pregio, sia da un punto di vista naturalistico che paesaggistico, dove lo sviluppo delle attività economiche è incentrato sulla sostenibilità ambientale".

Tags: Roberta Casini Anci Pienza Trequanda Campagnatico nucleare