“Tante vite in una vita”, tre incontri per scoprire le proprie potenzialità

. Inserito in Eventi e Cultura

L’iniziativa dell’Urban Creativity Lab di Arezzo permetterà ai giovani di confrontarsi con personalità significative. Gli incontri, a partecipazione gratuita, prenderanno il via da venerdì 5 giugno e si terranno su Zoom

Un ciclo di incontri per permettere ai giovani di confrontarsi con uomini e donne capaci di realizzare grandi progetti. L’iniziativa, dal titolo “Tante vite in una vita”, si inserisce all’interno della rassegna #InspiringPeople promossa dall’Urban Creativity Lab di Arezzo e prenderà il via da venerdì 5 giugno, sviluppandosi attraverso tre appuntamenti a partecipazione gratuita in videoconferenza su Zoom che ambiscono a fornire occasioni di dialogo con personalità in grado di ispirare le giovani generazioni e di stimolarle ad inseguire i loro sogni. I tre relatori individuati, infatti, racconteranno la loro vita cadenzata tra ripensamenti, svolte impreviste, progetti improbabili e passioni che sono diventate professioni, tenendo un confronto aperto e vivace in cui risponderanno anche a domande e curiosità dei giovani connessi.

Il primo incontro sarà alle 18.30 del 5 giugno e avrà come protagonista Teresa Lenzoni, direttore commerciale de L’Oreal, che parlerà di “Numeri, dati e toscanità” e che permetterà di scoprire una carriera di esperienze, creatività e coraggio con cui è riuscita ad arrivare ai vertici di una multinazionale in virtù della capacità di saper leggere e interpretare i numeri. Mercoledì 10 giugno, invece, la parola passerà ad una delle donne italiane più influenti in Francia: Alba Pezone. A lungo impegnata nei settori di consulenza e comunicazione di impresa, nel 2004 la sua vita è cambiata grazie all’intuizione di fondare la prima e unica scuola a Parigi dedicata alla cucina italiana, l’atelier “Parole in Cucina”, che è diventata un vero e proprio spazio conviviale per la formazione e i seminari dedicati alla cultura gastronomica tricolore. Questo ciclo terminerà infine lunedì 15 giugno con l’incontro “Umanità aumentata: questione di connessioni” a cura dell’imprenditore milanese Emanuele Scotti che, da studioso universitario di semiotica, è riuscito a sfruttare le potenzialità del web per dare il via ad un’agenzia che si occupa di creare il design di spazi virtuali e di guidare le aziende nella loro trasformazione digitale interna. I tre appuntamenti di “Tante vite in una vita” sono gratuiti ma con posti limitati, dunque è necessaria la prenotazione con un messaggio sulla pagina facebook o sul profilo instagram dell’Urban Creativity Lab.

«Questa rassegna digitale - commenta Marco Montanari, coordinatore delle attività dell’Urban Creativity Lab, -permetterà ai giovani e agli adolescenti di confrontarsi con relatori che, con creatività e coraggio, sono riusciti a cambiare la loro vita e a sviluppare in modo innovativo le loro capacità. “Tante vite in una vita” nasce dalla volontà di continuare a mantenere i legami con i ragazzi dell’Urban Creativity Lab anche in questo periodo e di sfruttare gli strumenti della tecnologia per incontrare personalità, seppur in forma digitale, che possano essere da ispirazione per progettare il percorso della loro vita».

Tags: Urban Creativity Lab