Arezzo si prepara ad accogliere "dandy" da tutta Italia

. Inserito in Eventi e Cultura

Eleganza, bellezza e tanto, tanto stile: sabato 2 e domenica 3 maggio ad Arezzo si rinnovano i “Dandydays”, il quarto raduno nazionale dei dandy che, come ormai tradizione, tornano a darsi appuntamento in una delle città più belle d’Italia.

La manifestazione, ideata dagli aretini Alessio Ginestrini e Stefania Severi di “Impero Progressivo” in collaborazione con il Comune di Arezzo e con il sostegno della Fondazione Arezzo Intour, avviene in concomitanza con la Fiera Antiquaria, la più antica sul territorio nazionale: dal 1968 infatti, ogni prima domenica del mese e sabato precedente la Fiera intrattiene i suoi visitatori con una grande varietà di oggetti che costituiscono il patrimonio storico dell’identità aretina, regalando ad appassionati e addetti ai lavori il piacere della “trouvaille”, ovvero la scoperta e la ricerca del pezzo raro o curioso.

Uno scenario denso di così tanta bellezza da essere perfetto per i “Dandydays” che per due giorni animeranno Arezzo con un ricco calendario di incontri. Oltre ai tantissimi dandy attesi da tutta Italia e dall’estero, ospiti della due giorni saranno il brand ambassador e influencer di successo Niccolò Cesari con Andrea Raffaelli, fashion influencer de “Il blog del Marchese”. Gran cerimoniere sarà Stefano Agnoloni, maestro di stile, volto noto del piccolo schermo.

La due giorni del raduno, come in passato, abbraccia la beneficenza: i fondi raccolti verranno donati all’istituto “Casa Thevenin” di Arezzo per i bimbi orfani e le ragazze madri in difficoltà.

LE DICHIARAZIONI

“Ospitiamo i ‘Dandydays’ per il quarto anno consecutivo e lo facciamo con piacere – commenta Marcello Comanducci, presidente della Fondazione Arezzo Intour –. Una manifestazione dedicata all’eleganza che bene si sposa ad Arezzo, alla sua storia e a quelle tradizioni che, come la Fiera Antiquaria, proprio alla bellezza sono legate”.

IL PROGRAMMA

L’evento dedicato all’eleganza e alle buone maniere, in programma il 2 e il 3 maggio 2020 in concomitanza con la Fiera Antiquaria, anche quest’anno ha definito un programma “da lisciarsi i baffi”. 

Si parte sabato 2 maggio alle 11.00 in Piazza Grande con “The street barber” e una visita guidata a Casa Vasari alla scoperta dei tesori della città.

Alle 16.00, in Piazza San Michele, è in calendario “Il dandismo e l’eleganza al giorno d’oggi”, un talk-show curato dallo scrittore Francesco Maria Rossi mentre verso le 18.30, nel chiostro del comune di Arezzo, assieme a un aperitivo si potranno ammirare i colori della Giostra del Saracino e una sfilata glamour con abiti realizzati dai studenti del liceo artistico “Piero della Francesca” di Arezzo. Quando il sole è già davanti allo specchio per incipriarsi e diventare luna – alle 21 per la precisione – i “Maestri di eleganza” si ritroveranno al ristorante Logge Vasari per cena di gala accompagnata da Musica Dolce e Cigar club e realizzata con la collaborazione di Ais Toscana e Strada del vino Terre di Arezzo.

Domenica 3 maggio sveglia mattutina per dirigersi al prato di Arezzo per ammirare, dalle 10 in poi, il raduno delle auto d’epoca del club del Saracino. Alle 11.30 in punto semafori accesi per il via alla gara podistica “Be glam and run” (ovvero “Sii alla moda e corri”) che si snoderà lungo le vie del centro storico con partenza e ritorno sempre dallo stesso punto e vedrà sfidarsi, in una corsa davvero “stilosa”, tantissimi appassionati. La podistica, non competitiva, è aperta a tutta la città e per parteciparvi basta iscriversi e fare una piccola donazione che verrà devoluta alla Casa Thevenin. Visto il “taglio” glam, si richiede quel tocco in più, quella cura del dettaglio o un accessorio particolare in grado di dare un’impronta fashion alla gara. Per chi non ci ha pensato, ecco che “corrono” in aiuto – ed è il caso di dirlo – gli studenti del Liceo Artistico che, oltre a partecipare alla corsa, regaleranno ai runner un papillon realizzato a mano. Tutta la corsa sarà curata dal gruppo sportivo Sant’Andrea.

A “incorniciare” la manifestazione “piedistica” anche una dimostrazione sportiva del gioco del golf. Alle 13, ancora con il fiatone, i corridori che hanno aderito all’evento si riuniranno per un brunch privato aperto comunque anche ai Dandy.

A fare da cerniera alle due giornate, un contest fotografico che vedrà come “soggetto” di sfondo una carrozza “in stile”. Sempre il 2 e il 3 maggio inoltre nell’atrio del Palazzo della Provincia si daranno appuntamento le attività settoriali produttive del territorio (e non solo) per mettere “in vetrina” il loro know how: parte del loro “saper fare” sarà messo in vendita e tutto il ricavato verrà devoluto in beneficenza alla Casa Thevenin.

E per chi si vuole proiettare nel futuro, arriva il “Tizzi Sport Tour”: organizzato dalla concessionaria Volkswagen Tizzi Automobili di Arezzo, farà tappa Domenica 3 maggio al Prato con la presentazione della nuovissima Golf 8, icona del design dell’ultimo mezzo secolo e nuovo punto di riferimento per la guida del futuro. Durante la giornata sarà possibile ammirarla dal vivo e prenotare un test drive.

Domenica pomeriggio infine, prima dei saluti, è in programma un aperitivo in stile british all’interno di un noto negozio di abbigliamento uomo di via Guido Monaco.

Un’occasione per rispolverare panciotti, papillon, giacche e cappelli quindi – con un occhio e un inchino al mondo del sociale, ma anche per onorare le parole del poeta francese Charles Baudelaire: “Il dandy dovrebbe aspirare a essere ininterrottamente sublime”.

Tags: EF-A Dandy days