La Sezione AVIS di Castel Focognano si riunisce e tira le somme delle donazioni

. Inserito in Attualità

Domenica 11 novembre la Sezione AVIS di Castel Focognano ha invitato soci e simpatizzanti al pranzo sociale in programma nella suggestiva cornice del Castello di Valenzano,

momento conviviale per ringraziare tutti dell’importante azione che svolgono periodicamente. “Ho iniziato da giovane e non riesco più a smettere” questa è la frase che campeggia sui grembiuli dei volontari della Sezione durante le iniziative che organizzano per promuovere l’associazione e per sensibilizzare l’opinione pubblica alla necessità e all’importanza di donare sangue.

La Sezione AVIS di Castel Focognano è stata  fondata nel 1990 da Alessandra Falsini, ancora oggi attivista e volontaria, insieme a Romano Cipriani, conosciuto e stimato nell’ambiente sportivo e sociale in tutto il Casentino.
Oggi l’associazione, guidata da Luca Pietrini, conta circa 140 donatori effettivi, oltre a numerosi soci simpatizzanti ed effettua annualmente circa 240 donazioni tra sangue intero e plasmaferesi presso l’Ospedale del Casentino.

Il radicamento nel territorio e l’attività sociale della Sezione hanno persino convinto l’amministrazione comunale di Castel Focognano a dedicarle una piazza nel centro del paese di Rassina, dove annualmente si svolge la “pizza in piazza”, iniziativa gratuita anche questa dedita a fare un sano proselitismo. I volontari si danno da fare anche a maggio durante la Fiera di Primavera e a settembre per la Festa dell’Uva, manifestazioni che si svolgono sempre a Rassina.
In generale tutto il Casentino svolge un ruolo importante a livello regionale, la donazione del sangue è una questione molto sentita e partecipata, ogni singolo paese ha la sua sezione di donatori, tra Fratres e Avis, in alcune realtà sono anche presenti entrambe le associazioni.

Tags: Castel Focognano

Redazione Arezzo24

Redazione Arezzo24