Lavanderie aperte in provincia, Cherubini: "Professionalità nel rispetto delle normative"

. Inserito in Attualità

Il settore delle lavanderie ha subito in questi giorni non solo gli effetti economici negativi della diffusione del Covd-19 ma anche quelli relativi alle incertezze rispetto alla possibilità di rimanere aperti al pubblico.

C’è stata infatti una difficoltà ad interpretare correttamente i decreti che si sono succeduti sulla materia. E’ utile perciò precisare che le attività di cui all’allegato 2 (servizi alla persona) del DPCM 11 marzo 2020 e cioè: lavanderia e pulitura di articoli tessili e pelliccia; lavanderie industriali; tintorie; servizi di pompe funebri e attività connesse, pur non richiamate nel DPCM del 22 marzo, e nel successivo D.L Mise che ha aggiornato la tabella dei codici Ateco, non sono soggette alla sospensione e possono pertanto restare aperte perché i due decreti vanno letti in maniera integrata. CNA oltre a fornire questo chiarimento ha ritenuto utile offrire ai cittadini un servizio pubblicando sul proprio sito un elenco, che sarà periodicamente aggiornato, delle lavanderie CNA aperte in provincia di Arezzo che ricordiamo essere: Lavanderia Acqua Sapone Viale Amendola 15 Centro Coop Fi Arezzo, Tel. 0575 1822490, Lavanderia L’Angolo del pulito Strada in Casentino Cell. 3493458949, Lavanderia La Coccinella di Paragona Rosetta Via del Castellare 3 Foiano della Chiana, Lavanderie LavAr Via Margaritone 51/A Arezzo e Località Ponte alla Chiassa Cell. 3355230250, Lavanderia S. Lorentino Via Marco Perennio 24 D Arezzo Cell. 3468844530, Lavanderia S. Maria Via G. Fattori 18 Arezzo Cell. 340 4017801. Non solo, ci piace segnalare anche l’iniziativa del portavoce Andrea Cherubini titolare della Lavanderia Acqua e Sapone che si è messo a disposizione per lavare gratuitamente alcune coperte e piumoni utilizzati nelle strutture di accoglienza e nei servizi gestiti dalla Caritas.

“Oggi più che mai – interviene il portavoce CNA Andrea Cherubini è importante lanciare dei messaggi positivi che ci vedano impegnati sul fronte del contenimento di questa pandemia ma anche reattivi come imprenditori, per questo ricordiamo ai clienti che la maggior parte di noi è aperto con servizi ad hoc di igienizzazione e lavaggio professionali e che siamo sensibili al tessuto sociale del territorio in cui operiamo e vogliamo continuare a lavorare”.

Tags: CNA Arezzo Coronavirus Lavanderia