Il libro "Lettere senza confini" presentato alla Libera Università di Anghiari

. Inserito in Eventi e Cultura

Hanno raggiunto più di 10 città in 12 mesi, percorso oltre 4.000 km, incontrato 400 giovani nelle scuole e nei teatri e hanno portato il loro messaggio di speranza, confrontandosi alla Libera Università  di Anghiari, in provincia di Arezzo.

Sono le 6 mamme di Firenze, Mantova e Rieti che hanno scritto parole a figli che non ci sono più, raccolte nel libro "Lettere senza confini" (ADV Edizioni).

Il volume è curato da Gaia Simonetti, giornalista con un presente nel calcio come addetto stampa: attraverso questa opera le lettere continuano il loro "viaggio", partito scavando dentro l'anima. Il messaggio di speranza delle madri autrici dei testi rivolti ai figli è arrivato anche in Francia, Germania, Finlandia, fino all'Australia. Uno dei momenti più toccanti è stata la consegna delle borse di studio a Massimiliano e Claudia, studenti di Amatrice ed Accumuli.

La prossima borsa di studio verrà intitolata a Mauro Cordeschi, giovane di Cerreto Guidi - in provincia di Firenze - scomparso in un incidente stradale. Sua mamma Giovanna gli scrive una lettera in cui racconta che "anche se il calendario si è fermato a quel 27 ottobre, ho fatto una promessa caro Mauro, il tuo ricordo vive e farò conoscere al mondo il tuo valore". Mauro ha salvato vite con la donazione degli organi. "Il nostro libro è nato dalla condivisione del dolore e da tanto coraggio", dicono le madri Barbara, Giovanna, Laura, Paola, Stefania e Stefy, "è un atto d'amore per i nostri figli, ma lo è anche per tutti i ragazzi e le mamme".

Tags: libro Libera Università di Anghiari