Il Sindaco di Montevarchi Silvia Chiassai Martini interviene sulle nuove tariffe dei parcheggi

. Inserito in Attualità

Nuove tariffe per i parcheggi a pagamento.
Il sindaco Chiassai Martini: "un adeguamento deciso nel2011 e mai attuato con rischio di danno erariale.
Tagliato drasticamente il costo degli abbonamenti mensili per i residenti, da 70 a 35 euro"

Il Sindaco di Montevarchi Silvia Chiassai Martini interviene sulle nuove tariffe dei parcheggi, gestiti dalla società Montevarchi Project a seguito di una convenzione per il project financing del 2005:
                                                                                                                           
“E’ bene informare la cittadinanza – afferma il Sindaco Chiassai Martini -  che l’adeguamento delle tariffe per tutti i parcheggi del territorio comunale non possa essere considerata una sorpresa, al di là delle possibili considerazioni “ad personam” che qualche male informato sta diffondendo.
L’attuale amministrazione non ha fatto altro che pretendere il rispetto di quanto deliberato dalla Giunta comunale nel 2011, quando ha stabilito l'aumento tariffario odierno ma mai attuato fino ad oggi; adempimento che oggi mette al riparo l'Ente da qualsiasi rischio di danno erariale.
Questa amministrazione attivandosi già da diversi mesi ha richiesto alla società gestrice del project (Montevarchi Project) di provvedere alla sostituzione dei parchimetri di sua competenza adeguandoli sia sotto il profilo funzionale che tariffario.
In questo cambio, abbiamo dovuto rispettare quanto contenuto in quella delibera del 2011 in cui venivano regolamentate le esigenze degli utenti dei vari servizi, in prevalenza nel centro storico, che necessitavano di soste brevi, con la tariffa di € 1,00 per la prima ora e € 1,50 dalla seconda.

Le tariffe risultano allineate con quelle già in vigore negli altri Comuni limitrofi. Rispetto al 2011, l’attuale amministrazione comunale, con delibera n. 226 del 14/12/2017, ha raccolto le richieste di residenti, professionisti e commerciati del centro storico per le esigenze di sosta prolungata, tagliando drasticamente, come mai fatto prima, il costo degli abbonamenti, passando da € 70,00 a € 35,00 mensili e consentendo al cittadino di parcheggiare in ogni area a pagamento trovata libera nel comune di Montevarchi.
Forse questa opportunità non ha destato lo stesso interesse per il bene della collettività.
Tengo a precisare che le entrate dei parchimetri, in osservanza degli accordi relativi al project financing del 2005, vanno alla società Montevarchi Project e che negli anni il Comune, non raggiungendo i livelli minimi di introiti stimati negli accordi, ha dovuto rifondere cifre consistenti al gestore per coprire la differenza sul canone da corrispondere. Per non gravare sull’utenza quotidiana e occasionale delle aree di sosta nei pressi della stazione ferroviaria, contrariamente ad un altro Comune limitrofo, abbiamo voluto che i 176 posti auto nel “Fast Park,” facilmente collegabile il centro storico tramite il cavalcavia, e altri 150 posti nell’area adiacente, restassero completamente gratuiti. Per il Fast Park è in programmazione un intervento di ristrutturazione straordinaria: messa in sicurezza, impermeabilizzazione, asfaltatura, segnaletica e nuova illuminazione.
Mentre nel parcheggio di piazza XX settembre, abbiamo già provveduto al rifacimento della segnaletica e un cambio più funzionale del senso di marcia. Ritengo inoltre che la corretta informazione debba essere un obiettivo da trattare senza leggerezze e senza il tentativo di montare un “caso parchimetri” del tutto privo di fondamento”    

 

Tags: Montevarchi Silvia Chiassai Martini

Redazione Arezzo24

Redazione Arezzo24