Tradizione unita all’innovazione, questa la sfida futura di Bonifiche Ferraresi. Ricadute occupazionali in Valdichiana

. Inserito in Ambiente

Al via il recupero delle Leopoldine, di cui una a Castiglion Fiorentino, e il centro per le tisane.

 Dall’agricoltura tradizionale con le coltivazioni di frumento e girasoli a colture ad alto valore aggiunto come ortaggi e fresco per passare alle erbe aromatiche e quelle per le tisane che richiedono tanta manodopera che viene intercettata sul territorio.

Bonifiche Ferraresi davanti al mondo agricolo castiglionese e non solo concretizza il progetto annunciato qualche mese fa e contestualmente annuncia l’inizio dei lavori.
“Per noi la Valdichiana è una delle realtà più significative tra quelle che abbiamo, e lo abbiamo dimostrato con i progetti messi in atto.
Tra qualche mese daremo il via definitivamente al centro di lavorazione delle tisane che abbiamo proprio in Valdichiana, partiremo con il recupero delle prime due Leopoldine di cui una proprio nel comune di Castiglion Fiorentino.

Non ci può essere generazione senza l’assoluta attenzione alla realtà paesaggistica e alla realtà economica che ruota intorno a noi.
Noi vogliamo essere un solido alletato del territorio” ha affermato ieri pomeriggio Federico Vecchioni, A.D. di Bonifiche Ferraresi durante il partecipato incontro che si è tenuto nella sala San Michele, palazzo comunale, a Castiglion Fiorentino.

E un’agricoltura specializzata, quindi, in settori come ortaggi, fresco, ed erbe aromatiche quella di Bonifiche Ferraresi che porterà ricadute importanti anche in Valdichiana sia dal punto di vista occupazionale che di ambiente e  territorio.

“Castiglion firoentino è assolutamente coinvolta nel progetto di Bonifiche Ferraresi, diversi gli ettari messi a regime e quindi produttivi.
Io credo molto in questo progetto che è stato sicuramente coraggioso ma visto la concretezza dell'Amministratore Delegato di Bonifiche Ferraresi, Federico Vecchioni, sono fiducioso in un proficuo cambio di marcia dell'agricoltura in Valdichiana e in particolare di quella di Castiglion Fiorentino” conclude il sindaco Mario Agnelli.

 

 

 

Tags: Castiglion Fiorentino