Maxi investimento da 1 milione di euro per la rete fognaria e la depurazione delle zone rurali. Accordo Nuove Acque e comune di Anghiari

. Inserito in Ambiente

Nuove Acque e il Comune di Anghiari hanno presentato nella Sala Consiliare del Palazzo Pretorio di Anghiari, il progetto definitivo per l’ampliamento della rete fognaria comunale fino alle località Il Pietto, Rio / Molinello, La Ripa, Chiuso e Carboncione e il conseguente allacciamento all’impianto di depurazione Il Trebbio (Sansepolcro) che già tratta gli scarichi di Anghiari.

Grazie a questo importante investimento, di circa 1 milione di euro, saranno così collegate al depuratore consortile alcune zone a ridosso del capoluogo, e alcune aree rurali poco antropizzate dei versanti sud-est e nord ovest, a beneficio di circa 700 abitanti. I lavori partiranno dopo le consuete fasi di approvazione e di gara d’appalto per l’affidamento alle imprese esecutrici, presumibilmente a metà del 2020, e dureranno circa un anno.

“Per la prima volta nel comune di Anghiari sarà realizzato un progetto così importante che andrà a potenziare la rete fognaria e amplierà il servizio di depurazione nelle zone rurali – ha dichiarato il sindaco di Anghiari Alessandro Polcri – si tratta di oltre 1 milione investito nel nostro territorio che entro un anno apporterà un significativo ammodernamento agli impianti con una importante evoluzione in termini di servizi ai cittadini”.

Il progetto prevede la realizzazione di nuovi tratti di rete costituiti da linee a gravità o in pressione, cioè spinte dalle cosiddette stazioni di sollevamento, nelle zone in cui l’orografia del terreno non consente la “caduta” dei reflui in fognatura. Più dettagliatamente, saranno posate nel sottosuolo circa 5,6 km di condotte, 6 stazioni di sollevamento e 15-20 pozzetti sfioratori per poter così ampliare il servizio anche agli abitanti delle località limitrofe, anche in vista di una possibile futura espansione dell’abitato urbano verso queste zone.

“Un intervento come quello progettato – ha aggiunto Paolo Nannini, Presidente di Nuove Acque – rappresenta una concreta risposta alle esigenze del territorio che da tempo necessitavano di un potenziamento dell’infrastruttura fognaria di alcune zone a ridosso del capoluogo, che fino ad ora non beneficiavano del servizio di depurazione. Si tratta di un’evoluzione importante e di un ammodernamento in linea con quanto Nuove Acque da anni programma congiuntamente ai Sindaci del territorio e realizza per garantire un servizio efficiente e rispettoso dell’ambiente in cui si inserisce la nostra attività. L’intervento interesserà sia aree pubbliche che aree private, che saranno coinvolte dal passaggio delle condotte nel sottosuolo: per questo motivo incontreremo i cittadini per illustrare i dettagli del progetto e i benefici che porterà”.

Tags: Anghiari Nuove Acque