A Cavriglia giovani studenti protagonisti della "Festa dell'Albero"

. Inserito in Ambiente

Oggi, 21 novembre, gli studenti dell'Istituto Comprensivo “Dante Alighieri” metteranno a dimora un melograno per alcuni dei plessi scolastici del territorio comunale aderendo alla storica campagna promossa a livello nazionale da Legambiente.

Cavriglia ha confermato la sua sensibilità nei confronti della tutela dell'ambiente, un'attenzione che si è già concretizzata con la valorizzazione delle aree verdi. Un'occasione per restituire alla comunità spazi belli e accoglienti, migliorando oltre tutto l'Ambiente di tutti, coinvolgendo bambini, ragazzi, insegnanti e genitori. Il Comune di Cavriglia ha aderito anche in questo 2019 alla “Festa dell'Albero”, la storica campagna di sensibilizzazione sull'importanza della tutela della ambiente promossa a livello nazionale da Legambiente ogni 21 novembre. Oggi gli studenti dell'Istituto Comprensivo “Dante Alighieri” metteranno a dimora ben tre nuovi melograni,pianta scelta in quanto fin dall'antichità simbolo di unione e produttività. L'adesione all'iniziativa della “Festa dell'Albero” ribadisce l'attenzione alle tematiche ambientali da sempre mostrata dall'Amministrazione Comunale. Basti pensare, solo per fare un esempio, alla realizzazione di nuove aree verdi nelle tante frazioni cittadine avvenute negli ultimi mesi. Nel corso degli anni inoltre, è stato portato avanti un piano di nuove piantumazioni che ha visto la messa a dimora di molte nuove essenze nell'intero territorio cavrigliese. In questo percorso si inserisce la partecipazione alla Festa dell'Albero.

“Piantare un albero, nella semplicità del suo gesto,significa mettere radici - queste le parole del Sindaco Leonardo Degl'Innocenti o Sanni - significa poi saper aspettare, crescere e contribuire al futuro della Terra. Ed è proprio per consegnare alle prossime generazioni un territorio migliore, e lanciare un forte messaggio di speranza che anche quest'anno i giovani studenti cavrigliesi metteranno a dimora tre nuovi alberi.”

Tags: Cavriglia